Ante Budimir, dalla Croazia alla Germania per portare in alto il Crotone

LaPresse/Simone Fanini

LaPresse/Simone Fanini

La nuova realtà del calcio europeo è la Croazia, paese con un ottima tradizione calcistica che sta sfornando talenti su talenti pronti ad arrivare in Italia. Il Crotone per questo campionato di serie B ha affidato l’attacco a un gigante croato proveniente dalla Germania, dal St.Pauli per precisione. Ante Budimir a 24 anni è pronto per il salto di qualità, in Calabria e in Italia non lo conosceva nessuno mentre in patria, cresciuto nel florido vivaio della Dinamo Zagabria, è sceso per due volte in campo con la prestigiosa casacca della Nazionale Under21. Prima punta longilinea, 190 cm per 75 kg, ottimo stacco di testa e mancino educato. In questa prima parte di stagione ha sorpreso tutti mettendo a segno 3 reti ed insieme a Torromino e Stoian è il bomber dei pitagorici.

Dai pirati del St.Pauli agli squaletti del Crotone il passo è stato decisivo per la sua maturazione, se continua così difficilmente rimarrà in serie cadetta. Lanciato dal connazionale Juric ha il compito di trasformare in oro ogni pallone che passa dall’area di rigore per proseguire questo periodo di gloria suo e dello stesso Crotone, capolista della serie B. A 24 anni è arrivato il momento giusto per esplodere in una piazza che ha consacrato tantissimi talenti che adesso sono protagonisti nelle big del nostro calcio.