Anas, il Presidente Armani prosegue nella rotazione di Capi Compartimento

Ulteriore fase di turn over delle massime figure dirigenziali territoriali questa volta in Lombardia,Toscana, Friuli Venezia Giulia e Calabria

incidente-anasProsegue il rinnovamento della struttura organizzativa territoriale di Anas con la rotazione delle massime figure dirigenziali regionali. Dopo l’ultimo movimento di Capi Compartimento che risale allo scorso 15 settembre, il Presidente di Anas Gianni Vittorio Armani ha avviato una ulteriore fase di avvicendamenti che coinvolge questa volta la Lombardia, la Toscana, il Friuli Venezia Giulia e la Calabria. A partire dal 1° ottobre 2015 l’ing. Claudio De Lorenzo, già massimo dirigente Anas in Lombardia, è stato nominato Capo Compartimento in Toscana; l’ing. Giuseppe Ferrara, che ha guidato sino ad oggi l’Anas in Friuli Venezia Giulia, è stato nominato Capo Compartimento in Lombardia; l’ing. Sebastiano Wancolle, già Responsabile dell’Ufficio per l’autostrada “Salerno-Reggio Calabria”, è stato nominato Capo Compartimento in Friuli Venezia Giulia; all’ing. Vincenzo Marzi, attualmente Capo Compartimento in Calabria, è stato assegnato ad interim l’Ufficio per l’autostrada “Salerno-Reggio Calabria”.
Nuovo incarico in Toscana dove l’Avv. Daniele Tornusciolo, già Responsabile Appalti Anas in Direzione Generale a Roma, è stato nominato Dirigente Amministrativo al Compartimento della Toscana. Questa ulteriore fase di avvicendamenti rientra nel processo di rinnovamento di Anas, avviato dal Presidente Armani poco dopo il suo insediamento, anche alla luce delle normative vigenti anticorruzione che prevedono criteri di rotazione periodica delle figure dirigenziali. Risale allo scorso 21 luglio l’avvio del nuovo assetto di governance dell’Azienda, che oltre ad aver soppresso tre Condirezioni generali e rinnovato l’intero Organismo di Vigilanza, ha avviato la profonda riorganizzazione di tutta la struttura societaria, al fine di razionalizzare le attività ed efficientare i processi industriali, nell’ottica di valorizzazione degli asset e delle competenze sviluppate dall’azienda, di miglioramento del servizio offerto e con l’obiettivo di raggiungere quanto prima l’autonomia finanziaria.

vincenzo marzi