Acquedolci, affetta da una grave patologia: è battaglia con l’Asp per l’indennizzo

Il marito della donna malata ricorre alle vie legali per ottenere il sostegno economico necessario e continuare le cure

asp messinaSi è dovuto rivolgere alla sezione lavoro del Tribunale di Patti, lo sfortunato coniuge di una giovane donna d’Acquedolci, colpita dal devastante morbo della mucca pazza. L’uomo, infatti, si è visto negare dall’Asp l’indennità prevista per legge in relazione alla diagnosi, a dispetto del quadro sanitario della moglie assai critico, stante la potenziale irreversibilità della malattia. Da qui la decisione di ricorrere alle vie legali per contestare il torto subito e chiedere, in virtù di una perizia medica, il riconoscimento del sostegno finanziario. Una battaglia che da giudiziaria potrebbe diventare politica, vista la volontà espressa dai legali di sensibilizzare il Ministero al netto del disinteresse generale verso la cosiddetta variante di Creutzfeldt-Jacob.