A Gioia Tauro la IIª edizione del premio “Pina Alessio”

foto soci“Venerdì 30 ottobre 2015, alle ore 18, in occasione del terzo anniversario della prematura scomparsa della dottoressa gioiese Pina Alessio, si terrà a Palazzo Fallara, a Gioia Tauro, la seconda edizione del premio istituito in suo onore “Un messaggio…per la vita”. Il riconoscimento, promosso dal comitato culturale della Fondazione Pina Alessio Onlus con lo scopo di premiare coloro che si distinguono per meriti sociali e culturali, quest’anno sarà assegnato al Centro di Riferimento Oncologico (Cro) di Aviano, una delle strutture più importanti d’Europa per quanto riguarda la ricerca sul cancro. A ritirarlo il dirigente medico della struttura dott. Emilio Lucia”, scrivono in una nota Il presidente  della Fondazione Pina Alessio Onlus, Giuseppe Alessio e il responsabile del Comitato Culturale  Maria Teresa Bagalà. “Nell’ambito della manifestazione avrà luogo -proseguono- un incontro nel quale si discuterà del tema “Ricerca e tutela ambientale un binomio per la vita” al quale prenderanno parte, oltre al presidente della fondazione Giuseppe Alessio e alla responsabile del comitato culturale della stessa dott.ssa Maria Teresa Bagalà in veste di moderatrice; il sindaco della città di Gioia Tauro dott. Giuseppe Pedà; l’On. Federica Roccisano Assessore al welfare, l’assessore alla cultura del comune di Gioia Tauro dott. Francesco Toscano; il sindaco della città di Villa San Giovanni, nonché socio della fondazione, dott. Antonio Messina; il vescovo della diocesi Oppido-Palmi S. E. Francesco Milito, il coordinatore del tavolo tecnico per la tutela ambientale dott. Pino Romeo ed il dott. Emilio Lucia che concluderà i lavori. Il premio che sarà consegnato al Cro è stato interamente realizzato dal maestro gioiese Cosimo Allera. La manifestazione – concludono- sarà patrocinata dalla Regione Calabria, la Provincia di Reggio Calabria, il comune di Gioia Tauro, il Comune di San Zenone degli Ezzellini, il Comune di Villa San Giovanni ed il Comune di Rizziconi. Tutti sono invitati a partecipare a questa iniziativa importante non solo dal punto di vista culturale, ma soprattutto per la sua valenza sociale”.