Al via oggi a Palermo la tumulazioni dei migranti morti

Rescuers carry a coffin off the Irish military vessel Naimh after its arrival in the port of Palermo on August 6, 2015, with 367 survivors aboard and 25 coffins, following a rescue operation at sea of a boat carrying over 600 migrants that capsized in the Mediterranean Sea off the Libyan coast. Survivors of a shipwreck off the coast of Libya in which some 200 migrants were feared drowned were being brought to safety in Sicily on August 6, as tales emerged of the 'horrific' moment the boat overturned. AFP PHOTO / MARCELLO PATERNOSTROCominceranno oggi a Palermo le procedure di sepoltura di alcuni migranti morti nei scorsi giorni nel Canale di Sicilia, e giunti nel capoluogo siciliano a bordo della nave svedese Poseidon.
Su autorizzazione della Procura si procederà oggi alla tumulazione dei primi sei corpi, per i quali è stata effettuata l’identificazione.
Le altre 46 salme, su richiesta della Procura della Repubblica, resteranno a deposito fino al 15 settembre per permettere la eventuale identificazione da parte di partenti o conoscenti delle vittime.
“E’ un ulteriore atto di rispetto per questi uomini e donne morti tentando di raggiungere l’Europa quello di avere la possibilità di essere identificati e quindi avere una sepoltura con il proprio nome – ha detto l’assessore alla Partecipazione, Giusto Catania -. Cosi come comunicato nei giorni scorsi, ultimato l’utilizzo straordinario della sala Bonanno, il cimitero dei Rotoli sarà regolarmente aperto da domani”.