Unime lancia a Taormina ESOCC 2015, l’annuale incontro internazionale sul Cloud Computing

L’evento si svolgerà dal 15 al 17 settembre sotto la regia di Massimo Villari

taorminaDa martedì 15 a giovedì 17 settembre, presso l’Hotel Villa Diodoro di Taormina, l’Università di Messina organizza la quarta edizione dell’European Conference on Service-Oriented and Cloud Computing – ESOCC 2015, l’evento internazionale che annualmente segna il punto e le opportunità di sviluppo del Cloud Computing, la tecnologia informatica che consente di usufruire di software e hardware che risiedono in luoghi remoti. L’evento, organizzato dal prof. Massimo Villari, rappresenta un’opportunità unica di studio, ricerca e networking che permette di conoscere i principali attori europei dell’ICT (Information Communication Technology), cioè l’insieme delle tecnologie che consentono il trattamento e lo scambio delle informazioni in formato digitale.Gli obiettivi della conferenza sono facilitare lo scambio tra ricercatori e professionisti nel settore del Cloud Computing e promuovere collaborazioni future in Europa e oltre. ESOCC 2015 include workshop, simposi di dottorato, relazioni, presentazioni di documenti di ricerca e work in progress grazie alla partecipazione dei migliori ricercatori del mondo accademico e dell’industria.

In particolare, nel corso della mattina di martedì 15 (aperta al pubblico previa registrazione gratuita al link http://goo.gl/forms/mqI5XJh0kV), saranno presentati i principali progetti Europei in ambito Cloud Computing attualmente attivi, alcune Start-UPs Siciliane (Sicilian Clouds) in ambito ICT e l’iniziativa Italiana/Internazionale Cloud for Europe (C4E) alla presenza del responsabile AGID (Agenzia per l’Italia Digitale), dott. Mauro Draoli. A conclusione una tavola rotonda affronterà i temi di Business e Progettualità ICT nello scenario futuro in ambito Europeo ed Italiano.

La passate edizioni ESOCC, si sono svolte a Bertinoro (2012), Malaga (2013) e Manchester (2014).