Un migrante su tre rifiuta di essere identificato una volta sbarcato in Italia

Su 122mila arrivi nel 2015, i fotosegnalamenti sono stati 81mila, pari al 66% del totale, mentre 41mila hanno detto no

migranteUn migrante su tre rifiuta di essere identificato una volta sbarcato in Italia. Su 122mila arrivi nel 2015, i fotosegnalamenti sono stati 81mila, pari al 66% del totale, mentre 41mila hanno detto no. Sono i dati forniti dal direttore del servizio di polizia scientifica, Daniela Stradiotto, alla commissione d’inchiesta sugli immigrati. Sono soprattutto eritrei, siriani e somali a rifiutare l’identificazione ed “è tecnicamente impossibile costringerli a sottoporsi al fotosegnalamento”.