Un gruppo di parlamentari scrive a Delrio per la ferrovia Salerno-Reggio

ferrovia“Nell`ambito dei patti del governo con il Mezzogiorno, tra le priorità del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, deve esserci il rafforzamento del tratto ferroviario Salerno-Reggio Calabria, opera fondamentale per il rilancio economico del Sud”. Lo scrivono in una lettera indirizzata al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio, il deputato Pd Simone Valiante, come primo firmatario, e insieme a lui i parlamentari Anna Maria Carloni (Pd), Luigi Lacquaniti (Pd), Paolo Naccarato (Gal), Erica D`Adda (Pd), Pietro Liuzzi (Cor), Lucrezia Ricchiuti (Pd), Lucio Romano (Aut). Il governo alla luce delle priorità selezionate dal Ministero delle Infrastrutture, ha individuato una serie di grandi opere da realizzare attraverso patti operativi con Regioni e città metropolitane del Sud. Fanno notare i deputati: “Non essendoci ancora un testo definitivo, di sicuro i patti rappresenteranno il nucleo fondamentale del nuovo ‘Documento pluriennale di programmazione’ che sostituirà lo schema della Legge obiettivo e vincolerà enti locali e Regioni a tempi, procedure di esecuzione e completamento delle singole opere dei loro territori avendo anche già indicato le risorse finanziarie tra fondi strutturali europei della nuova programmazione 2014-2020, fondi nazionali di co-finanziamento e Fondo sviluppo coesione”. “Il governo definirà le procedure e gli impegni – prosegue la lettera indirizzata a Delrio – con ognuno dei sindaci delle città metropolitane interessate e i governatori delle regioni meridionali ed essendo stati aperti i tavoli tecnici da tempo, l`elenco delle cose da fare pare essere già noto agli interessati”. Nella missiva si legge anche: “E` fondamentale ribadire l`importanza di puntare sul miglioramento e l`implementazione del tratto ferroviario Salerno-Reggio Calabria che attraversando tutto il Sud ne è reale spina dorsale ma che utilizza ancora oggi la vecchia rete ottocentesca”. I firmatari della lettera chiedono “un impegno concreto per modernizzare una rete di trasporti, obsoleta per i traffici attuali, che deve essere volano di sviluppo e ripresa di una macro area fondamentale per l`economia dell`intero Paese”.