Tenato omicidio nel reggino: vedova corteggia autista, lui la rifiuta e lei prova ad ucciderlo, i DETTAGLI

Tentato omicidio nel reggino, all’origine del gesto ci sarebbe stato il rifiuto dell’uomo alle avances da parte della donna

ColtelloNel tardo pomeriggio di ieri, in Marina di Gioiosa Jonica, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per tentato omicidio aggravato dalla circostanza della premeditazione, una vedova 64enne del luogo. In particolare, i Carabinieri, a seguito di segnalazione pervenuta sull’utenza di pronto intervento “112”, sono intervenuti in una via di quel centro ove, all’interno di un autobus di linea in sosta hanno notato la prevenuta che, brandeggiando un coltello di lunghezza complessiva di 30 cm stava tentando di colpire al torace un 42enne autista di Catanzaro. Grazie al tempestivo intervento dei militari dell’Arma è stato evitato il peggio. La donna è stata bloccata, perquisita e trovata in possesso di un secondo coltello da cucina, dalla lama di 12 cm, occultato all’interno della sua borsa, nella circostanza anch’esso sottoposto a sequestro. Dalla ricostruzione dell’accaduto fatta dagli investigatori, sembrerebbe che il movente del gesto sia da ricondursi al rifiuto palesato in più occasioni dal malcapitato circa le continue “avances” poste in essere dalla donna. Al termine delle formalità di rito, come disposto dal Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Locri, Dottor Vincenzo Toscano, l’arrestata è stata associata presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.