Strage di Capaci: ex poliziotto si è avvalso della facoltà di non rispondere

ITALY STRAGE CAPACI L’ex poliziotto Giovanni Aiello davanti ai giudici della Corte d’Assise di Caltanissetta, nel nuovo processo per la strage di Capaci, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Aiello, indicato come “faccia da mostro”, ovvero l’uomo da viso butterato che avrebbe avuto un ruolo nelle stragi del ’92, risulta coinvolto in un’altra indagine e quindi è imputato di reato connesso, anche se sul punto il pm della Dda nissena Stefano Luciani non ha voluto aggiungere nulla di più.