Sicilia: 113 aziende mettono in mostra le tipicità dell’isola all’Expo

agroalimentareLa Sicilia torna a essere protagonista a Expo. E’ stata inaugurata oggi pomeriggio l’area espositiva dedicata alla promozione del territorio e delle eccellenze siciliane. L’allestimento si trova lungo il Cardo, di fronte a piazzetta Sicilia e a pochi passi da Padiglione Italia. Si tratta di una iniziativa inserita nell’ambito del progetto “Your Gate to Sicilian Excellence”, promosso da Unioncamere Sicilia in sinergia con l’assessorato regionale alle Attivita’ produttive. Centotredici aziende del territorio, selezionate con un bando pubblico, saranno presenti da oggi fino al 17 settembre nello spazio dedicato, il cui allestimento si presenta con una forte connotazione territoriale e identitaria. Richiama i suoni e le voci tipiche del mercato siciliano e la cultura siciliana religiosa e folkloristica, come il portale d’ingresso con la luminaria. Durante le due settimane sono previste giornate a tema fra degustazioni di tipicita’ siciliane, dal vino, agli amari, dai biscotti ai torroni, fino all’olio e le confetture. Il calendario di iniziative rivolte ai piu’ piccoli prevede laboratori sul tema dell’archeologia e dell’alimentazione nel mondo antico. ”Su 450 mila imprese attive in Sicilia, un terzo e’ rappresentato dal settore agroalimentare. Soltanto considerando Igp e Dop la Sicilia rappresenta oltre il 10 per cento del totale nazionale collocandosi al terzo posto in Italia per numero di prodotti certificati”, ha affermato Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia in occasione dell’inaugurazione dell’area espositiva dedicata all’Isola. “La Sicilia punta sui prodotti di qualita’” ha proseguito Vaccaro “l’obiettivo di Unioncamere Sicilia in collaborazione con l’assessorato regionale alle Attivita’ produttive e’ quello di portare all’estero i prodotti siciliani attraverso la vetrina internazionale di Expo”. “Protagonisti” fino al 17 settembre “saranno i nostri prodotti siciliani. Dal pomodoro pachino, alle lenticchie nere, dal pistacchio all’olio e al vino, inclusi i torroni che vengono realizzati ancora seguendo antiche tradizioni”.