Serie D, Palmese e Roccella regalano soddisfazioni: è il volto più bello della Reggio calcistica

Serie D, il punto sulle squadre calabresi: bene Palmese e Roccella mentre la Reggina arranca

palmeseIl panorama calcistico calabrese è sempre più frastagliato: il Crotone ha iniziato bene il campionato di serie B così come il Cosenza che può sognare i playoff in Lega Pro, molto male invece il Catanzaro che deve centrare la salvezza nella stessa categoria per rimanere nel calcio professionistico.
Chi invece nel calcio professionistico vuole tornarci subito è la Reggina, che però ha iniziato malissimo e si ritrova terzultima dopo 4 giornate (e tre sconfitte) nel campionato di serie D, un campionato in cui le altre due squadre della provincia di Reggio stanno facendo molto bene, posizionate al vertice del torneo.

palmese Bocale 10La Palmese è prima in classifica con 7 punti dopo 4 partite, frutto di due vittorie, un pareggio e una sola sconfitta (5-4) in trasferta contro la corazzata Cavese. Per la Palmese anche il record di gol fatti: ben 14 in 4 partite, di gran lunga il miglior attacco del torneo (le altre squadre con più gol fatti sono ferme a 6). Un’altra soddisfazione per i neroverdi è quella di Piemontese, calabrese di Cetraro, capocannoniere con 6 reti all’attivo dopo 4 partite, per lui che l’anno scorso ha trascinato la squadra al record in Eccellenza (21 gol in 23 partite) dopo una carriera da protagonista nel calcio professionistico, dagli esordi in B con la maglia del Cosenza alle esperienze in C tra Catanzaro, Giulianova, Rende, Viterbese e Rovigo.

RoccellaAl secondo posto nella classifica cannonieri c’è Dorato con 4 reti: l’attaccante argentino del Roccella autore di una doppietta nella partita di mercoledì scorso contro la Reggina è il terminale offensivo di una squadra che gioca bene e che dopo 4 giornate è ancora imbattuta. Una sola vittoria, contro la Reggina, e tre pareggi per un totale di 6 punti e un’ottima posizione ad un solo punto dalle squadre di vetta dove insieme alla Palmese c’è anche la Vibonese, che ha 7 punti ma li ha conquistati in appena 3 partite in quanto ha già effettuato il turno di riposo quindi è virtualmente in fuga.
L’altra calabrese partita come favorita, il Rende, è partita in sordina e ha raccolto solo 4 punti (una vittoria, un pareggio e due sconfitte), comunque meno peggio della Reggina, e il derby di domenica Rende-Palmese si prospetta già infuocato.
L’altra calabrese del torneo è la Vigor Lamezia: ha disputato solo due partite, le ha perse 0-5 con lo Scordia e ieri 6-2 con la Palmese ma ha mandato in campo i ragazzini della Juniores in attesa dell’esito del ricorso sulla riammissione in Lega Pro che il CONI analizzerà nella giornata di dopodomani, mercoledì 23. In base alla decisione del ricorso, inizierà la stagione della Vigor che comunque in ogni caso avrà grandi difficoltà per tutta la stagione.

roccella reggina (4)Tornando alla classifica marcatori, al terzo posto con 3 reti ci sono tre calciatori: De Rosa della Cavese, Riccobono del Marsala e Crocetti del Siracusa, proprio quel Crocetti che doveva essere il centravanti della Reggina tra Arena e Zampaglione ma durante il ritiro di Cittanova ha abbandonato la squadra per non aver trovato l’accordo con la società. E la Reggina dopo 4 partite in tutto ha segnato tre reti, un gol ciascuno per Maesano, Arena e Bramucci, proprio quelle che a Siracusa Crocetti ha fatto da solo (ma il Siracusa ha disputato una gara in meno degli amaranto e in tre match ha ottenuto un solo punto).

Reggina Vigor Lamezia 2015

Reggina-Vigor Lamezia l’anno scorso in Lega Pro

Il calcio calabrese non può che sperare nel pronto riscatto di Reggina e Vigor Lamezia, due squadre che l’anno scorso hanno disputato la Lega Pro e che entrambe si erano salvate sul campo, ma adesso si trovano in zona retrocessione in serie D e rischiano seriamente di finire in Eccellenza. Al tempo stesso, le favole Palmese e Roccella sono talmente tanto belle che ci auguriamo durino il più a lungo possibile. E poi chissà, sognare in grande se a gennaio saranno ancora lì, non diventerà più qualcosa di proibito… Certo, a Palmi urge un intervento per lo stadio Lo Presti, abbandonato dopo l’inizio dei lavori: i tifosi e la squadra lo meritano al più presto.