San Lorenzo: delibera per l’intitolazione del piazzale al brigadiere Marino ucciso dalla ‘ndrangheta 25 anni fa

San LorenzoLo scorso maggio il nostro Presidio si era fatto promotore di una raccolta firme rivolta all’amministrazione comunale per chiedere che a San Lorenzo, suo comune di nascita, ci fosse un luogo pubblico intitolato alla memoria del Brigadiere Marino, ucciso dalla ‘ndrangheta 25 anni fa. Lo afferma in una nota il presidio “Nino Marino” Libera Valle del Tuccio e Montebello Jonico.

La petizione, in pochi giorni, era stata sottoscritta da più di 130 persone a dimostrazione dell’ampia condivisione popolare della proposta. Le firme erano state consegnate in comune il giorno prima delle elezioni amministrative. Eravamo certi che, qualunque fosse stato il risultato delle urne, i nuovi amministratori sarebbero stati felici di ricordare un loro illustre concittadino con un segno tangibile e che rimanga a memoria delle future generazioni. Così è stato. La scorsa settimana, dopo aver aver predisposto la documentazione necessaria, la giunta comunale di San Lorenzo ha deliberato l’intitolazione del Piazzale, prolungamento di Via dei Martiri, alla memoria del Brigadiere dei Carabinieri Antonino Marino, intendendo così “onorare e ricordare la figura di un proprio concittadino così meritevole”.

Adesso la delibera sarà presentata in Prefettura per ottenere la necessaria autorizzazione che confidiamo possa arrivare in tempi brevi. In questo caso non sembra esserci alcun ostacolo all’intitolazione del piazzale che attualmente è privo di denominazione. Ci auguriamo di poter fare presto una passeggiata a San Lorenzo nel piazzale intitolato al Brigadiere Antonino Marino, Medaglia d’oro al valor civile.