Regione Calabria, nuovo scandalo: Oliverio inibito tre mesi dall’autorità nazionale anticorruzione

Caos totale in Regione: Oliverio inibito tre mesi per la nomina a commissario dell’Asp di Reggio di Santo Gioffrè

Pd-OliverioNon trova pace il governo regionale della Calabria: scandali, arresti, dimissioni, caos, immobilismo hanno caratterizzato l’azione di (non) governo della giunta guidata da Mario Oliverio. Difficoltà nel comporre l’esecutivo con veti incrociati ed interventi da Roma al limite dell’assurdo, polemiche sulla nomina di De Gaetano, lo scandalo rimborsopoli che ha scosso la Regione, immobilismi vari ed ora arriva l’inibizione per il governatore in carica. Insomma, spiegato nel dettaglio, la situazione in questi mesi, ben 10, non è stata semplice ma caratterizzata da continui ostacoli.  I mesi di inibizione per l’ex presidente della provincia di Cosenza li ha chiesto Raffaele Cantone, presidente dell’autorità nazionale anticorruzione, per via della nomina di Santo Gioffré a commissario straordinario dell’Asp di Reggio. Perchè la nomina di Gioffrè è illegittima? Il manager si è candidato a sindaco con il Pd alle scorse elezioni di Seminara e la sua posizione di commissario non “si concilia” con chi si è presentato ad una competizione elettorale, violando l’’articolo 8 del decreto legislativo 39/2013. Il tutto apre scenari oscuri e tenebrosi………