Reggio: una petizione contro la presenza di amianto a Melito di Porto Salvo

Area Grecanica in Movimento propone una petizione tesa alla rimozione dell’amianto presente nel comune di Melito di Porto Salvo

amiantoArea Grecanica in Movimento – si trasmette tramite una nota stampa – propone una petizione, ai sensi dell’articolo 34 dello statuto comunale, contro la presenza di amianto nel comune di Melito di Porto Salvo.

L’amianto è una sostanza di natura minerale a base di silicio, in grado di formare fibre molto flessibili resistenti al calore e chimicamente inerti.

Per le sue proprietà isolanti, in passato, è stato largamente utilizzato:nella coibentazione di edifici, tetti, navi e treni; nella costruzione per l’edilizia sotto forma di composito fibro-cementizio, meglio noto come Eternit, per fabbricare tegole, pavimenti, tubazioni, vernici, canne fumarie; nei materiali d’attrito per i freni di veicoli e nelle guarnizioni ed, infine, come coadiuvante nella filtrazione dei vini.

Nel corso del tempo però studi scientifici hanno dimostrato che l’amianto ha un ruolo determinante nell’innesco del processo cancerogeno.

Per questo motivo, nel 1992, l’Italia è stato il primo paese europeo a metterlo al bando disponendone la rimozione e lo smaltimento.

Considerata la presenza capillare di eternit su tutto il territorio del comune di Melito di Porto Salvo – si continua a trasmettere – Area Grecanica in Movimento,  a partire da questo fine settimana e per i prossimi due, avvierà una raccolta firme che si terrà presso il Lungomare dei Mille dalle ore 21:00 alle ore 24:00.

La relativa petizione sarà consegnata al Sindaco Meduri – si conclude –  in qualità di primo responsabile della salute pubblica della città, affinché emani un provvedimento comunale con cui disporre il censimento di tutte le opere, strutture e manufatti in eternit esistenti nel territorio del comune di Melito di Porto Salvo e ponga in sicurezza l’intera area attraverso un oculato piano di smaltimento o incapsulamento delle  suindicate costruzioni allo scopo di eliminare o ridurre potenziali condizioni di rischio per la salute pubblica.

“Foto di repertorio”