Reggio, si è concluso con una finale avvincente il Torneo dei calci di rigore

 LaPresse/Cafaro Gerardo

LaPresse/Cafaro Gerardo

Si è concluso nei giorni scorsi con una finale avvincente il Torneo dei calci di rigore intitolato questa volta al dott. Nino Lo Presti, che si è disputato sul prato erboso della sede dell’associazione culturale “La Gilda degli Artisti” in contrada Saracinello di Reggio Calabria. Un grande successo di partecipazione ha caratterizzato questa edizione del torneo, frutto del lavoro certosino dell’ideatore Nino Monorchio e del suo collaboratore storico Fortunato Pezzimenti, che ormai dal 2000 rappresenta un appuntamento unico nel suo genere. La manifestazione ha registrato l’iscrizione ufficiale di ben 36 rappresentative provenienti da ogni angolo della provincia reggina, per un totale di circa 300 tiratori e portieri che si sono alternati dal dischetto degli 11 metri. Nelle tredici giornate di gare, che si sono sviluppate dal 3 al 21 agosto scorsi, sono stati ben 195 gli incontri disputati tra le squadre. Al termine di una serie di sfide appassionanti, iniziate con la fase eliminatoria lunedì 3 agosto, e proseguite con le semifinali martedì 18 e mercoledì 19 e le finali venerdì 21 agosto, a trionfare in questa originale manifestazione è stata la squadra degli “Ludos 2” capitanata da Giuseppe Sarica, che realizzando 21 punti nel girone finale ha superato la concorrenza delle formazioni “Club Arcudi” di Gianni Praticò, seconda classificata con 17 punti, “Albatros” di Giuseppe Anamiati, giunta al terzo posto con 15 punti, e “M.C.S.” di Antonio Praticò, “I Senza Nome” di Simone Artuso e “Controvento” di Roberto Caridi. Sono stati anche decretati sia i migliori rigoristi, nell’ordine Seby D’Agostino (Albatros) con 27 reti, Simone Artuso (I Senza Nome) con 26 reti e Salvatore Arcudi e Gaudenzio Praticò (entrambi del Club Arcudi) terzi pari merito con 25 reti che i migliori portieri Nino Arcudi (Club Arcudi) con 92 reti subite, Giuseppe Sarica (Ludos 2) con 93 reti subite e Domenico Evoli (M.C.S.) con 96 gol subiti. Nel corso delle manifestazione si sono messi in evidenza come rigoristi “senior” Giuseppe Nostro de “I Falchi Azzurri” e Andre De Gregorio della “San Paolo Invest”, mentre tra i tiratori “junior” bella esibizione di Ninni Gullo e Riccardo Malara della “SS Fortitudo 1966” magistralmente guidata da Enzo Gullo, che ha dato vita ad un delizioso spettacolo essendo peraltro la squadra più giovane dell’intero torneo. Una nota particolare va data alla due protagoniste femminili Antonietta Casile della “C Quadrato” e Mariastella Imbesi della “Ferrito” che con la loro bravura dagli 11 metri hanno dato paga a parecchi colleghi maschi. L’atto finale del torneo sarà rappresentato dalla cerimonia di premiazione in programma presso i locali dell’associazione culturale “La Gilda degli Artisti” di Roberto Cananzi venerdì 18 settembre prossimo alle ore 20.