Reggio, sabato l’undicesima edizione della Giornata Nazionale per Amore

Abio (1)150 piazze per i bambini in ospedale: sabato 26 settembre i volontari ABIO porteranno nelle città italiane il sorriso che ogni giorno regalano ai bambini e agli adolescenti in ospedale. La Giornata Nazionale ABIO è nata undici anni fa per raccontare quello che i volontari fanno ogni giorni in oltre 200 reparti di pediatria in tutta Italia, per coinvolgere le persone, invitarle a seguire i corsi di formazione per diventare volontari, spiegare che i bambini, gli adolescenti, i loro genitori, hanno dei diritti anche e soprattutto in ospedale.

A REGGIO CALABRIA IN  PIAZZA SAN GIORGIO AL CORSO sarà possibile incontrare i volontari di ABIO Reggio Calabria

Per tutta la Giornata, ai bambini saranno dedicati palloncini, giochi, sorrisi: una vera e propria festa dedicata alla solidarietà e al volontariato.

Tutti potranno sostenere ABIO e ricevere un cestino di pere, simbolo della Giornata: grazie al contributo di tutti le Associazioni potranno realizzare corsi di formazione per portare nuovi volontari nei reparti di pediatria delle città italiane.

Il sito www.abio.org sarà costantemente aggiornato con le piazze interessate dall’evento e tutte le informazioni e i materiali di comunicazione.

L’undicesima Giornata Nazionale ABIO può contare sul Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’iniziativa ha ottenuto inoltre il Patrocinio del Comune di Reggio Calabria. ABIO, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è stata fondata a Milano nel 1978 per promuovere l’umanizzazione dell’ospedale. I volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, in collaborazione con medici e operatori sanitari, bambini e famiglie che entrano in contatto con la struttura ospedaliera. Fondazione ABIO Italia ONLUS coordina e promuove l’attività delle 66 Associazioni ABIO che con i loro 5.000 volontari, in tutta Italia, offrono un valido e costante supporto ai bambini e alle loro famiglie.

Abio Reggio, Associazione per il Bambino in Ospedale ONLUS, è sAbio (2)tata fondata nel 2014 per   promuovere l’umanizzazione dell’ospedale.

ABIO Reggio Calabria  aderisce a Fondazione ABIO Italia Onlus, www.abio.org.

Dal 2012 i volontari ABIO si occupano di sostenere e accogliere, presso il Reparto Pediatria degli Ospedali Riuniti di RC, bambini e famiglie, al fine di attenuare i fattori di rischio derivanti dall’ingresso in una struttura ospedaliera.

ABIO REGGIO CALABRIA  conta al suo interno circa 25 volontari attivi.

Gli obiettivi dell’Associazione:

  • ridurre al minimo il potenziale rischio di trauma che ogni ricovero presenta, collaborando con le diverse figure operanti in ospedale per attuare, ciascuno nel proprio ruolo, una strategia di attiva promozione del benessere del bambino;
  • attivare il servizio ABIO nel maggior numero di reparti pediatrici della città, per far sì che ogni bambino e ogni famiglia possano contare sul sostegno qualificato dei suoi volontari;
  • promuovere interventi ludici e di sostegno, per facilitare una permanenza serena all’interno del contesto ospedaliero;
  • sviluppare tra operatori ed opinione pubblica una crescente attenzione alle indicazioni previste dalla Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale.

 L’attività dei volontari ABIO si rivolge sempre al bambino e ai suoi genitori.

Il volontario ABIO è

Per il bambino…

  • accoglienza al momento del ricovero, per facilitare l’inserimento in ospedale
  • gioco e attività ricreative, per poter sorridere anche in reparto
  • collaborazione con il personale sanitario, per far conoscere meglio il mondo dell’ospedale e renderlo più familiare
  • allestimento di reparti più accoglienti e colorati, con fornitura di giocattoli e materiale ludico/creativo e con realizzazione di decorazioni e arredi

 Per le famiglie…

  • disponibilità all’ascolto attivo, attento e partecipeAbio (3)
  • presenza discreta e familiare
  • offerta di informazioni sulle strutture e sui servizi disponibili in ospedale
  • offerta di indicazioni su regole e abitudini del reparto
  • accudimento e cura del bambino nel caso in cui il genitore debba assentarsi per provvedere ad eventuali incombenze