Reggio, presentati a Venezia i risultati del laboratorio di Filmmaking

reggio cinema3Sono stati presentati ufficialmente a Venezia, i risultati del laboratorio di Filmmaking Fondazione Ente dello Spettacolo di Reggio Calabria, realizzato in collaborazione con il Comune di Reggio Calabria e l’associazione “Reggio Cinema”, che ha visto protagonisti dieci giovani filmmakers under 30 provenienti da tutta Italia. L’iniziativa si è svolta dal 29 giungo all’11 luglio in riva allo Stretto, negli spazi del Teatro “Francesco Cilea”, ed è stata coordinata dal regista Fabio Mollo.
Il laboratorio è stato un vero e proprio corso pratico e gratuito di regia, scrittura, montaggio e fotografia, durante il quale i giovani registi hanno avuto la possibilità di realizzare “Il Miracolo”, un cortometraggio ambientato interamente a Reggio e presentato in occasione della 72esima “Mostra Internazionale d’Arte cinematografica della Biennale di Venezia”, nello spazio della Fondazione Ente dello Spettacolo.
L’iniziativa ha visto la partecipazione di diversi professionisti del settore che hanno tenuto i vari incontri offrendo delle nozioni pratiche sulle varie attività del mestiere. Tra questi il regista Piero Messina, in concorso al Festival di Venezia con il film “L’attesa”. Il laboratorio è stata anche un’esperienza di formazione, condivisione, promozione e sviluppo del territorio e punta a diventare un appuntamento fisso per Reggio Calabria e per il cinema italiano.
Per me – ha detto il regista Fabio Mollo - è importante ringraziare il direttore dell’Ente Antonio Urrata e il suo staff, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, l’assessore Patrizia Nardi e l’amministrazione comunale, i miei collaboratori di Reggio Cinema, e i docenti che si sono lasciati coinvolgere in questa impresa; tra questi, in particolar modo il regista Piero Messina, a cui vanno i miei più sentiti auguri per il suo bellissimo film in concorso a Venezia. Il mio più grande augurio è che questo laboratorio diventi un appuntamento fisso per i giovani filmmakers italiani, per Reggio Calabria e per il cinema italiano. Infine tengo poi a fare i complimenti personalmente ai 10 filmmakers che hanno realizzato “Il Miracolo”, in soli 11 giorni, partendo da zero, unendo i propri talenti, condividendo entusiasmi e difficoltà, e riuscendo a costruire dal nulla un bellissimo risultato”.
La presenza della città di Reggio Calabria alla 72° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia – ha detto il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà – è motivo di grande orgoglio per tutti noi. Si tratta di una vetrina straordinaria per Reggio, che con questo cortometraggio ha la grande possibilità di farsi conoscere in tutto il mondo, ripartendo dalla cultura, dal sapere, dalla conoscenza e dalla bellezza. Proseguiremo in questa direzione con la seconda edizione del laboratorio che si terrà il prossimo anno, con l’auspicio che diventi un appuntamento fisso. Inoltre, con grande orgoglio – ha annunciato Falcomatàanticipiamo che dal 15 al 20 dicembre, avrà luogo la prima edizione del Reggio Cinema Festival che vuole essere un evento di portata nazionale mirato alla promozione culturale del territorio, una festa del cinema, della cultura, della città e principalmente dei suoi cittadini”.
Nel 2015– ha sottolineato Antonio Urrata, direttore della Fondazione Ente dello Spettacolo – lanceremo il progetto “Factory”, sempre nell’ambito del dipartimento Educational, che intende offrire supporto, con strutture, mezzi tecnici e sostegno comunicativo, a giovani registi di talento, così da favorire i primi passi professionali nel settore dell’audiovisivo. Nel contesto attuale, dove sembrano ridursi le opportunità per i nostri giovani, la Fondazione Ente dello Spettacolo si muove in controtendenza, mettendo a disposizione occasioni concrete per coloro che hanno idee creative valide”.