Reggio: il giovane infermiere Francesco Vadalà alla guida provinciale dell’AADI

francesco VadalàLa sua missione spiega L’infermiere Vadalà è nata da quando ha iniziato a lavorare in varie strutture sanitarie ed è stato a quel punto che ho capito che gli studi tenuti a Novara non coincidevano con quello che era ed è realmente il lavoro di un infermiere da un punto di vista morale ma anche pratico, infatti l’uscita dall’università da Professionista della salute si è visto smaterializzarsi con il demansionamento e con le politiche scellerate delle aziende di ridurre personale e servizi al cittadino.

In una realtà dove ancora oggi l’infermiere viene considerato un tutto fare : dal portantino al portinaio, dall’OSS al centralinista e chi più ne ha più ne metta, non è solo demoralizzante ma incide significativamente in negativo sulla sfera professionale e personale dell’ infermiere fino al punto come dimostrato scientificamente da diventare una malattia per l’infermiere stesso, ma non solo il paziente o il familiare non vede più per l’appunto un professionista specializzato ma un operatore multiruolo. Per fare un esempio banale è come se nel caso mi rompessi un dito mi farei curare da un cardiologo anziché da un ortopedico, eppure entrambi si chiamano MEDICI eppure, è bene quindi chiarire anche tra gli infermieri stessi che non siamo dei factotum ma professionisti con propri compiti e doveri a garanzia del cittadino. Tante volte sento dirmi dai miei colleghi che se non svolgono altri lavori richiesti vengono licenziati o richiamati niente di più falso in tutto questo, voglio chiarire e rassicurare gli infermieri che rifiutarsi di demansionarsi è un loro diritto sacrosanto tutelato dalle norme e dalle leggi tantochè ormai oggi in giurisprudenza è ben chiaro che il demansionamento è punibile e sanzionato.

Lo scopo dell’Aadi oltre alla tutela del singolo socio per ogni questione che attiene la sfera giuridico-legale della professione e della persona, l’Associazione A.D.I. affronta le problematiche squisitamente giuridiche che riguardano l’Infermiere; attraverso lo studio approfondito della legislazione e della giurisprudenza sanitaria, trae spunti e postulati di diritto che intende diffondere tra i propri soci per formarli ed aggiornarli sulla disciplina legale della professione. Elaborando istituti giuridici civili, penali, amministrativi, erariali, contrattuali e disciplinari, l’A.A.D.I. riscrive il diritto in modo comprensibile, avvicinando l’Infermiere agli schemi logici del ragionamento giuridico, spiegando il significato dei termini legali, organizzando corsi che liberano l’Infermiere dalle catene dell’ignoranza e del timore, istruendolo per affrontare sul piano giuridico le problematiche professionali. Per qualunque informazione e/o consulenza si può rivolgere a vadalà francesco al n° 3921632876 oppure visitando il sito www.aadi.it .