Reggio, il Comune concede gratis il Granillo alla Reggina: “per tutte le strutture va applicata la stessa procedura”

Stadio Granillo, la nota del dott. Carlo Colella Presidente del Circolo Velico di Reggio Calabria e della VI Zona FIV Calabria e Basilicata sulla concessione alla Reggina da parte del Comune

stadio granillo (2)Siamo lieti nell’apprendere che il Sindaco di Reggio Calabria , a nome e per conto della Amministrazione, ha deciso di concedere il Granillo “a titolo non oneroso” alla ASD Reggio Calabria  spiegandone i  motivi politici in quanto rappresentante nel campionato dilettanti della città di Reggio. Ci auguriamo che tale scelta “politica” , diventi programmatica e non discrezionale  e stabilisca una parità di trattamento con tutte le associazione e società sportive di tutte le discipline sportive  e aderisca al principio  sacrosanto di non discriminazione in quanto affidando un bene pubblico a una sola società i principi generali devono essere medesimi per tutte le altre associazioni“. Lo afferma in una nota il Presidente del Circolo Velico di Reggio Calabria e della VI Zona FIV Calabria e Basilicata, dott. Carlo Colella (nella foto sotto a destra).

Carlo-Colella1La discrezionalità della pubblica amministrazione – prosegue Colellanon può sicuramente venire in contrasto con i principi di imparzialità e parità di trattamento che è un presupposto  indispensabile della sua sindacabilità, essendo tra l’altro i beni pubblici di proprietà comunale  e, come tali, destinate al soddisfacimento dell’interesse proprio dell’intera comunità ed allo svolgimento delle attività sportive che in esse hanno luogo. Tutti gli impianti, campi  da gioco o palestre devono essere affidate alle Federazioni Sportive, agli Enti di promozione e alle società sportive dall’Ente proprietario che è il Comune, dopo una verifica dei requisiti, così come prevede l’intervento del Sindaco Falcomatà e, certamente, non per il solo impianto del Granillo. Anche per concessioni sportive ricadenti nei beni demaniali nel territorio del Comune di Reggio Calabria va applicata la stessa procedura, esentando le società dalla corresponsione del canone all’Ente pubblico. Vale per gli Sport come la Vela, il Canottaggio, il Tennis, l’Aeroclub , la Pesca   che hanno tutti i requisiti indicati dalla legge e dalle valutazioni espresse egregiamente dal Sindaco Falcomatà, rappresentando la nostra città,   in Italia e all’Estero, requisito questo che va ovviamente verificato“.

Questo è il momento tanto atteso di iniziare a discutere di Sport verso cui il CONI non può rimanere silenzioso, ma con un progetto concreto che possa tutelare lo Sport , in tutte le sue espressioni, nella nostra città . Il Circolo Velico Reggio, a tal proposito, non può che augurare, in questo felice momento,  al Sindaco Falcomatà di iniziare questo percorso augurandogli buona fortuna e buon lavoro” conclude Colella.