Reggio, Fabio Farina è il nuovo co-allenatore della Vis Basket

Fabio FarinaUn elemento di spessore va ad arricchire lo staff tecnico della Vis Reggio Calabria in vista del campionato di serie C Silver. Si tratta del trentenne casertano Fabio Farina, che andrà ad affiancare coach Checco D’Arrigo nella conduzione della prima squadra e nella gestione del settore giovanile, sul quale il sodalizio bianco/amaranto del dg Luigi Di Bernardo ha deciso di puntare forte a partire da questa stagione.

Nonostante la giovane età, Farina vanta già un pedigree cestistico di assoluto rilievo. L’anno scorso è stato assistent coach di Massimo Riga nella Techmania Battipaglia, in serie A1 femminile, dove ha anche disputato le finali nazionali con la under 19 e dove, due anni fa, ha ottenuto la promozione nella massima serie.  Nel 2012 ha fatto parte dello staff tecnico di coach Sacripanti alla Juve Caserta. Ha iniziato la carriera da allenatore nel 2003, collezionando esperienze significative nei settori giovanili dell’Artus Maddaloni, Recale Basketball, Koinè San Nicola La Strada e Kiokio Basket Caserta. È stato anche capo allenatore alla guida della Koinè Basket nella serie D Campana. Allenatore nazionale e istruttore di minibasket, il coach della città della reggia si è detto prontissimo ad affrontare questa nuova avventura, la prima per lui al di fuori dei confini campani: “Sono contento di essere a Reggio Calabria, città che come Caserta vive di basket. Non sono molte le società che investono negli allenatori, e devo dire che questa è una cosa importante che ha contribuito a farmi fare questa scelta. I settori giovanili per una società di basket sono come le fondamenta di una casa e qui alla Vis abbiamo l’obiettivo di avviare i giovani al mondo della pallacanestro e farli maturare. Con coach D’Arrigo, che conosco bene per aver frequentato con lui nello stesso anno il corso allenatori a Bormio, abbiamo già avviato un lavoro di staff integrato che ci accompagnerà per tutta la stagione, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile. Ci sono tutti i presupposti per fare bene: adesso bisogna solo lavorare in palestra e lavorare duro”.