Reggio, contributo per neo-genitori erogato: il 30 settembre scadono i termini per la richiesta

giovanni santoroConfcommercio di Reggio Calabria informa che entro il 30 settembre p.v. i neogenitori dipendenti o titolari di aziende del settore Terziario/Commercio potranno presentare all’EBTDS – Ente Bilaterale del Terziario le richieste di contributo per il “Sostegno alla natalità”. Il sussidio natalità è un assegno una tantum correlato alle nascite e/o adozioni di minori erogato dall’Ente Bilaterale reggino del terziario di ammontare massimo di 250 euro.

È Giovanni Santoro, Presidente dell’Ente Bilaterale e di Confcommercio di Reggio Calabria, ad illustrare i passaggi che titolari e dipendenti dovranno seguire per non perdere l’importante opportunità di accedere al contributo, istituito grazie al sinergico impegno di Confcommercio, Cgil Filcams, Cisl Fisascat, Uil Uiltucs, soci fondatori di EBTDS, e diretto a dare forza, slancio e coesione all’intero comparto del terziario. “La procedura che abbiamo istituito per l’accesso al contributo – rileva Santoro – è improntata alla massima semplicità, chiarezza e trasparenza”.

Il modulo di richiesta, scaricabile dal sito ebtds.it, una volta compilato e firmato, potrà essere inviato dall’ 1 al 30 settembre esclusivamente all’indirizzo pec dell’Ente Bilaterale ebtds.rc@legalmail.it con in allegato autocertificazione di Stato di Famiglia; eventuale ordinanza del Tribunale dei minori per i casi di adozione; certificato di nascita; documento di identità; copie ultime 6 buste paga. Il contributo può essere richiesto con riferimento a bambini nati e/o adottati da meno di un anno al momento della presentazione della richiesta.

“C’è grande soddisfazione per l’operato dell’Ente Bilaterale della Provincia di Reggio Calabria – continua Santoro – che da oramai tre anni sviluppa apprezzabili iniziative di welfare sotto forma di beni, servizi e prestazioni erogati a vantaggio di imprese e lavoratori. Iniziative che, è bene ricordare, rappresentano un vero e proprio diritto per i lavoratori del terziario in quanto sono indispensabili a completare il trattamento economico e normativo previsto dal contratto collettivo. L’unità di intenti con i Segretari provinciali delle Organizzazioni Sindacali Caridi (Cgil Filcams), Romano (Cgil Filcams), Raffa (Cisl Fisascat) e De Stefano (Uil Uiltucs) ed una visione orientata alla sostenibilità nel tempo di tutte le iniziative attivate attraverso l’Ente Bilaterale, ci hanno permesso di realizzare un razionale ed efficiente impiego del fondo bilaterale e di portare avanti l’impegno per la crescita del comparto del terziario che auspichiamo possa presto uscire dalla attuale situazione di crisi e rilanciarsi”.

 “Non solo il contributo ai neo genitori, conclude Santoro. Da parte nostra, in questa fase di grande crisi del comparto, abbiamo inteso dare un segnale forte, ampliando la tipologia e l’ammontare dei sussidi riconosciuti dall’Ente Bilaterale in favore degli operatori del terziario. È già operativo e può essere richiesto, ad esempio, il contributo per i dipendenti di Aziende che nel 2015 hanno avuto accesso agli ammortizzatori sociali (cassa integrazione guadagni, contratti di solidarietà) e, prevediamo, a breve, l’attivazione di nuove forme di agevolazione che andranno a “premiare” i meriti scolastici dei operatori e/o figli di operatori del terziario”.

Tutte le informazioni sulle modalità di accesso ai contributi/servizi dell’Ente Bilaterale sono reperibili sul sito web dell’ente www.ebtds.it. Segreteria via Castello, 4 – tel. 0965/330853.