Reggio, Cgil-Cisl: “all’Asireg gravissimi ritardi nell’erogazione degli stipendi”

mobilitazione dei lavoratori

Lettera di Cgil e Cisl al prefetto di Reggio, al commissario del consorzio Asi Giulio Oliverio, al direttore generale Asi e per conoscenza al presidente della Regione Calabria Oliverio e all’assessore Barbalace sui “gravissimi ritardi nell’erogazione degli stipendi all’Asireg:

“La FP CGIL e la CISL FP di Reggio Calabria intervengono con forza a favore dei dipendenti del Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Reggio Calabria ASIREG, che attraversano una fase economica tormentata stante il fatto che già da più di cinque mesi non percepiscono lo stipendio, senza prospettive per la soluzione del grave problema anche nelle future mensilità. Problematica già da tempo a conoscenza dell’Amministrazione Commissariale, tutrice e garante del Consorzio ASIREG, come di tutti i Consorzi ASI della Calabria, che fino ad oggi non ha ritenuto adottare e/o individuare alcun atto/decisione, dimostrando disinteresse per la risoluzione di tale grave situazione e di quella attinente la ingiusta disapplicazione del CCNL FICEI 2013-2015 (a differenza degli altri Consorzi ASI a cui invece è stato applicato). Tutto ciò in contrasto con quanto dichiarato dalla Regione Calabria che ha più volte riconosciuto l’importanza dei Consorzi ASI, futuri CO.R.A.P. (legge regionale 24/2013), quale enti fondamentali per lo crescita delle attività produttive. Difficoltà economiche che colpiscono i dipendenti del Consorzio ASI di Reggio Calabria che, nonostante la situazione di estremo disagio venutasi a creare, dimostrano la loro professionalità e responsabilità continuando l’attività lavorativa. Agli organi competenti, in particolare al Commissario ASIREG e per conoscenza al presidente On. Mario Oliverio, unitamente all’Assessore allo Sviluppo Economico On. Carmela Barbalace, la FP CGIL e la CISL FP di Reggio Calabria chiedono con forza l’immediato pagamento delle retribuzioni vantate dai lavoratori del Consorzio ASIREG, nonché la soluzione di tutte le problematiche inerenti l’applicazione del CCNL 2013-2015. Riconoscendo in tal modo i diritti irrinunciabili vantati, ristabilendo tranquillità e decoro ai lavoratori ed alle loro famiglie. A Sua Eccellenza il Prefetto di Reggio Calabria, le scriventi Organizzazioni Sindacali evidenziano sin da ora che nonostante siano state già coinvolte l’Amministrazione Commissariale e la Regione Calabria, non si è ottenuta alcuna risposta al punto da indurre le stesse e i dipendenti riuniti in assemblea a dichiarare lo stato di agitazione del personale con la possibile proclamazione dello sciopero. Pertanto si comunica, ai sensi e per gli effetti della legge 146/90 e successive modificazioni, lo stato di agitazione dei lavoratori, ritenendo che, ai sensi delle vigenti norme di legge (L. 146/90 e L.83/2000), è opportuno attivare la procedura di conciliazione del conflitto”.

Il Segretario Generale FP CGIL Reggio-Locri

Alessandra Baldari

Il Segretario Generale CISL FP

Luciana Giordano