Reggina-Leonfortese si gioca a porte aperte: arriva anche la conferma ufficiale

Reggina-Leonfortese si giocherà regolarmente a porte aperte domenica 20 settembre alle ore 15 allo stadio Oreste Granillo

Reggina Sarnese (36)Adesso è ufficiale: Reggina-Leonfortese si giocherà regolarmente a porte aperte, proprio come anticipato stamattina su StrettoWeb. Con un comunicato stampa, infatti, la società comunica che “la Corte Sportiva di Appello della FIGC, presieduta dal Prof. Mario Serio, riunitasi in Roma questa mattina, ha accolto l’istanza di sospensione dell’efficacia della decisione del Giudice Sportivo della Serie D, assunta ieri pomeriggio, con la quale era stata disposta la disputa della gara partita, in programma domenica 20 settembre prossimo, a porte chiuse, a seguito del ricorso presentato, con procedura di urgenza, dal legale incaricato dalla società, Avv. Mattia Grassani del Foro di Bologna, volto ad ottenere la sospensione del provvedimento. Domenica 20 settembre prossimo, quindi, lo Stadio Granillo sarà aperto in ogni ordine di posti. La decisione di merito sulla sanzione irrogata verrà presa dalla Corte Sportiva una volta depositati i motivi di appello, previa fissazione di apposita riunione, verosimilmente la prossima settimana. Si ringrazia l’Avv. Mattia Grassani per la tempestività con cui è intervenuto e la professionalità dimostrata“.

grassaniLa società, quindi, ha deciso di affidarsi ad un noto professionista di giustizia sportiva, lo stesso avv. Mattia Grassani (nella foto) protagonista della battaglia legale che ha portato il Messina a ritrovare la Lega Pro a discapito della Vigor Lamezia nelle scorse settimane. Probabilmente allo stesso Grassani verrà affidato il merito del ricorso con cui il club impugnerà la sentenza del giudice sportivo, ancora una volta la Vigor Lamezia di mezzo: nella riunione della prossima settimana, infatti, la Corte Sportiva di Appello della FIGC deciderà se la squalifica del campo deve essere confermata, e quindi scontata nella partita della 6^ giornata Reggina-Vigor Lamezia con il Granillo a porte chiuse, oppure se il provvedimento verrà completamente annullato.

roccella reggina (5)Di certo ci auguriamo che il pubblico reggino, straordinario per presenze, colori e passione in queste prime tre giornate di campionato, confermando quanto di buono ha già testimoniato sugli spalti, eviti di compromettere tutto con atteggiamenti d’inciviltà come il lancio delle bottigliette in campo, episodi che a maggior ragione in stadi molto piccoli in cui gli spalti sono a pochi metri dai giudici di gara, non possono passare inosservati. Non dimentichiamo la maxi-multa dello scorso anno dopo Reggina-Messina per i “cori offensivi verso le mamme messinesi” (citazione testuale del referto arbitrale). Che lo stadio sia la cornice ad una festa di sport senza poter concedere alle autorità di turno la benché minima possibilità di procedere con provvedimenti previsti dalle normative a fronte di comportamenti scorretti.