Prezzi benzina, diesel e gpl: ripartono i ribassi sulla rete carburanti italiana

Dopo il ribasso di giovedi’ sul diesel, Eni e’ tornata infatti a tagliare sabato benzina e gasolio di 2 centesimi. Sul territorio, intanto, prezzi praticati poco mossi

pompa-benzina

Ancora ribassi per i prezzi raccomandati sulla rete carburanti italiana. Dopo i tagli messi a segno da Eni giovedi’ e sabato e con i mercati internazionali dei prodotti petroliferi ancora in calo, infatti, a muoversi in discesa sono oggi TotalErg (-1,5 cent sulla benzina e -1 cent sul diesel), Esso (-1 cent sulla verde), Q8-Shell (-1 cent su entrambi i prodotti) e Tamoil (-1 cent sui due carburanti). Sul territorio prezzi praticati con tendenza alla discesa a valle delle mosse delle compagnie. Piu’ in dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalita’ self della verde va, a seconda dei diversi marchi, da 1,491 a 1,523 euro/litro (no-logo 1,488). Per il diesel si rilevano prezzi medi self che passano da 1,342 a 1,375 euro/litro (no-logo a 1,333). Quanto al servito, per la benzina i prezzi medi nazionali praticati sugli impianti colorati vanno da 1,572 a 1,675 euro/litro (no-logo a 1,515), il diesel da 1,429 a 1,542 euro/litro (no-logo a 1,362) e il Gpl da 0,570 a 0,596 euro/litro (no-logo a 0,559).

Fonte MeteoWeb