Ponte sullo Stretto, De Caro: “dire che si farà ce ne corre”

ponte sullo strettoIl governo valuta “l’opportunita’ di una riconsiderazione del progetto Ponte sullo stretto, sotto il profilo della infrastruttura ferroviaria. Da qui a dire che si fara’ ce ne corre“. Il sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro, interpellato dall’agenzia Dire, spiega che sul Ponte di Messina c’e’ stata “una eccessiva semplificazione da parte della stampa“. Ieri, spiega De Caro tornando all’approvazione delle mozioni, Si discuteva di infrastrutture in Calabria. Un tema generalissimo. Quattro mozioni non contenevano alcun riferimento al Ponte sullo Stretto e su quelle quattro il governo ha dato parere favorevole tout court. C’era poi una mozione tendente ad impegnare il governo ad essere subito favorevole. Ce n’era un’altra che sostanzialmente diceva ‘mai piu’ una’ e una intermedia, di Dorina Bianchi, che chiedeva al governo di valutare l’opportunita’ di una riconsiderazione del progetto. Siamo cioe’ al periodo ipotetico del terzo tipo. Io ho proposto una riformulazione sotto il profilo delle infrastrutture, per cui aggiungevo altre due condizioni: e cioe’ che si facesse una valutazione che valesse sotto il profilo delle ferrovie e previa una rigorosa analisi del rapporto costi-benefici. Insomma, quando una forza politica chiede di riconsiderare un progetto, il governo non chiude le porte e si impegna a valutare. Ma da qui a dire che si fara’, ce ne corre. Una posizione, la mia che coincide, e non poteva essere altrimenti, con quella del ministro Delrio”.