Palermo: rapina violenta ad anziano, un arresto

Gli agenti della squadra mobile del capoluogo siciliano in 48 ore sono riusciti a identificare l’autore della rapina che, insieme ad altri complici, aveva seguito l’anziano che aveva riscosso la pensione

polizia-800x600La polizia di Stato ha arrestato Alessandro Botta, 41 anni, per la rapina messa a segno ai danni di un pensionato di Palermo. Gli agenti della squadra mobile del capoluogo siciliano in 48 ore sono riusciti a identificare l’autore del colpo che, insieme ad altri complici, aveva seguito l’anziano che aveva riscosso la pensione della suocera e prelevato dal bancomat del Banco di Sicilia in corso Finocchiaro Aprile 500 euro. La vittima e’ stata seguita mentre si dirigeva in casa con un altro parente in piazza Noce, a pochi passi dal portone e’ scattata l’imboscata. Il pensionato, che ha 70 anni, rimasto solo e’ stato colpito alle spalle con violenza, nella caduta ha battuto violentemente la testa. Il malvivente ha frugato nelle tasche e portato via la pensione e i soldi prelevati al bancomat. L’anziano e’ stato soccorso dai sanitari del 118, ma ha subito dato elementi utili per identificare l’aggressore. Anche altri testimoni hanno descritto in modo molto preciso uno dei componenti del commando. Botta e’ stato rintracciato nel quartiere Zisa con gli stessi pantaloncini che indossava al momento della rapina. Non la maglietta che aveva cambiato. Quella e’ stata trovata nel corso della perquisizione in casa. Agli agenti avrebbe raccontato che era intervenuto per soccorrere la vittima aggredita, versione questa smentita dall’anziano e dai testimoni. Il rapinatore e’ stato rinchiuso in carcere. Sono in corso indagini per risalire ai complici.