Negrita show a Taormina: e il Teatro antico si vestì di rock

Rock e grandi emozioni hanno fatto da filo conduttore nello splendido concerto che ha visto in azione, in quel di Taormina, i Negrita

29Il teatro antico di Taormina ha messo da parte l’abito classico e, per una sera, si è vestita di rock: è toccato ai Negrita trasformare uno dei luoghi più belli della nostra Sicilia, pervadendolo con la loro trascinante musica. Il tour estivo della band aretina è partito lo scorso 24 luglio dal Castello di Villafranca di Verona ed ha toccato tutta Italia, con l’ultima data che avrà luogo il 9 settembre al Ritmika Festival di Moncalieri, in provincia di Torino. Un concerto, quello di ieri, che ha coinvolto tutti i presenti all’anfiteatro, i quali hanno saputo scatenarsi e far festa ma anche emozionarsi in occasione dei pezzi più lenti e dolci, con la complicità del paesaggio mozzafiato che si poteva ammirare sullo sfondo.

Pau ed i suoi musicisti hanno portato sul palco alcuni brani dell’ultimo lavoro discografico (dal titolo ’9′) ma anche molti dei loro più grandi successi. In apertura un tris proveniente proprio dalla più recente opera: ‘Mondo politico’, ‘Poser’ e ‘Baby i’m in love’ hanno preparato il pubblico alla scarica di adrenalina esplosa poi con uno dei più famosi pezzi dei Negrita, ‘In ogni atomo’. Quindi è stata la volta della toccante ‘Brucerò per te’, seguita da ‘La tua canzone’, uno dei brani che ha maggiormente coinvolto la platea. Spazio poi a ‘Vola via con me’, prima di due pezzi dal sound più acceso, durante i quali il teatro ha letteralmente tremato, sotto i salti e le urla dei presenti: ‘Radio Conga’ e ‘Bambole‘.

Spazio poi alle profonde ‘Ho imparato a sognare‘ e ‘Un giorno di ordinaria magia’, seguite da due pezzi parecchio ballati, ‘Il libro in una mano, la bomba nell’altra‘, e ‘Notte mediterranea’. Dedica alle donne con ‘Magnolia’, prima del sound leggero di ‘Rotolando verso sud’. Poi la chiusura, con il sestetto finale: l’allegria contagiosa di ‘A modo mio‘, la leggiadria de ‘Il gioco’, la rara (dal vivo) ‘Se sei l’amore’, la famosissima ‘Che rumore fa la felicità’, il rock di ‘Mama Maè’ e la spensieratezza di ‘Gioia infinita’. Uno spettacolo nello spettacolo vedere lo scatenato frontman, Pau, incitare la folla e condurla a lasciarsi andare, pur senza mai mancare di rispetto all’eleganza della location. Applausi scroscianti ai Negrita che, non a caso, da ben ventuno anni continuano a lasciare un segno profondo nella musica italiana.