‘Ndrangheta, il figlio di Francesco Fortugno: “rabbia per la scarcerazione di De Stefano”

FORTUGNO: ARRESTI; OMICIDIO IN AMBITO GUERRA MAFIA LOCRIProvo disgusto e rabbia“. A dirlo, riporta una nota, e’ stato Giuseppe Fortugno, figlio del vice presidente della Regione Calabria Francesco Fortugno assassinato a Locri il 16 ottobre del 2005, intervistato da Klaus Davi per il programma KlausCondicio, parlando della scarcerazione di Paolo Rosario De Stefano. De Stefano, presunto boss dell’omonima cosca della ‘ndrangheta e’ tornato in liberta’ nelle settimane scorse dopo uno sconto di pena di due anni per “meriti universitari“. Ha trascorso sei anni di carcere che hanno fatto seguito a quattro anni di latitanza. La vicenda ha provocato una interrogazione del segretario della commissione parlamentare antimafia Marco di Lello. “Se la legge lo consente, purtroppo – ha aggiunto Fortugnone prendiamo atto. Certo c’e’ il disgusto e la rabbia, anche perche’ essendo io persona offesa per l’omicidio di mio padre, un po’ di rabbia la provo. E’ un sistema da rivedere”.