Motta San Giovanni (Rc), il sindaco: “le scuole del comune di sono agibili”

Motta 2“Con riferimento agli articoli pubblicati ieri su alcuni quotidiani locali che vorrebbero inagibili le scuole cittadine di Motta e Lazzaro, secondo gli usuali desideri  dell’autoproclamatosi presidente del c.d. Comitato Oliveto, ribadiamo ancora una volta che ciò non risponde al vero e che le strutture scolastiche cittadine sono strutturalmente idonee a svolgere le connesse funzioni didattiche. E’ il caso di ricordare che nel 2006, in aggiunta alle certificazioni di cui già disponevano i singoli edifici, la maggior parte costruite negli anni ’70, 80 e 90, il Comune eseguì anche specifica campagna di verifica statica delle strutture in cemento armato delle scuole comunali, per il tramite di laboratorio di prove e materiali,  che ne certificò i risultati soddisfacenti, attestandone anche la conformità delle opere e la loro rispondenze alle richieste caratteristiche strutturali” scrive in una nota il sindaco Laganà. “Solo su un edificio dette prove di staticità diedero risultati negativi, rimasto precluso all’uso scolastico per tanti anni e per il recupero strutturale e funzionale del quale, responsabilmente, l’amministrazione -prosegue il sindaco-  si adoperò, ottenendo le giuste risorse finanziare, prima, adeguando l’opera, dopo, e consentire infine ai bimbi della primaria di Lazzaro di vivere un luogo sicuro, confortevole e bello: opera già attiva dall’anno scolastico 2014/2015 ed avversata anche in quel caso dai soliti noti. Il Sindaco e l’amministrazione comunale, infine, stigmatizzano il comportamento di chi, ancora una volta, si avvale dei bambini per ottenere esposizione mediatica, mettendo in cattiva luce una Comunità che, diversamente da quanto sistematicamente rappresentato dal latore degli innumerevoli esposti in tutti i campi della vita pubblica, intende privilegiare il confronto, il ragionamento e la buona amministrazione come strumenti di civile convivenza e come viatici per far crescere la stessa comunità. Irricevibili le elucubrazioni contenute nelle solite liturgiche prediche, così come le richieste di accesso di atti che difettano di congrua motivazione o che denotano insussistenza di interesse diretto, concreto ed attuale così come stabilito dalle leggi e dai regolamenti. Assicuriamo le famiglie dei ragazzi frequentanti le scuole cittadine che, ancora una volta, il Comune di Motta San Giovanni e i suoi responsabili amministratori, impiegheranno tulle le energie di cui dispongono per garantire sicurezza, confort e “buona Scuola”, così come certificata dai lodevoli risultati conseguiti dai nostri ragazzi in tanti campi della vita didattica. Nel ricordare infine che oltre il 50% delle scuole attive italiane non possiedono le prescritte certificazioni di agibilità, sento il dovere di rivolgere un caro saluto agli studenti di Motta e Lazzaro e  ringraziare la dirigenza scolastica e il corpo insegnati per l’incessante lavoro nel solco di una consolidata tradizione di eccellenza delle scuole cittadine”, conclude il sindaco.

Motta