Messina, serve trasparenza: Orsa e Ugl proclamano lo stato di agitazione all’Atm

Troppa confusione nell’azienda di via La Farina: i chiarimenti auspicati non sono arrivati per tempo e così i lavoratori hanno deciso di alzare il livello di tensione

atm messinaUn trattamento economico che non corrisponde al proprio avanzamento: è questa la scintilla che ha fatto muovere l’Orsa e l’Ugl, le due sigle sindacali che hanno evidenziato le contraddizioni interne all’Atm chiedendo chiarimenti alla società in merito all’impiego di alcuni ausiliari del traffico, “utilizzati con mansioni superiori” a dispetto della remunerazione incassata.

Ai lavoratori che hanno espletato mansioni da parametro 151 ma hanno ricevuto buste paga da parametro 138 - chiedono Mariano Massaro, Francesco Alizzi, Carmelo Altadonna e Giovanni Conti in una lettera indirizzata ai vertici della società e alla Prefettura - sarà riconosciuta la differenza economica?“. A giudizio dei sindacati si rende necessaria un’operazione trasparenza, un’operazione che vada a toccare anche il tema delle eventuali premialità riconosciute a chi ha operato in servizio a Torre Faro durante la stagione estiva.

La richiesta di chiarimento non è stata recepita per tempo dalla società di via La Farina, da qui lo stato di agitazione proclamato dal personale.