Messina, scherma: Cutugno ottiene un ricco bottino

Esordio con bronzo e Coppa Italia per il maestro del Club cittadino

Il maestro Letterio CutugnoIl podio e l’ambita Coppa Italia 2014-2015 rappresentano il ricco bottino della prima trasferta stagionale ottenuto dal maestro del Club Scherma Messina Letterio Cutugno. Lo schermidore peloritano ha conquistato, infatti, il bronzo nella prova apertura del circuito nazionale Master, che si è svolta, lo scorso weekend, a Puegnago del Garda e gli è stato consegnato, al Palazzetto dello Sport dello stesso comune bresciano, il prestigioso riconoscimento tricolore come migliore atleta italiano di fioretto (categoria 1) della passata annata agonistica.

L’esordio di Cutugno nel girone di qualificazione del fioretto è stato eccellente, come dimostrano le sei nette vittorie totalizzate in altrettante sfide. Una performance che gli ha permesso di balzare in testa alla graduatoria provvisoria e saltare di diritto un’eliminatoria. Negli ottavi, ha avuto poi vita facile contro il livornese Marco Biasco (10-2). Podio Letterio CutugnoDiscorso analogo nei quarti opposto al trevigiano Pierantonio Callegarini, al quale ha concesso soltanto una stoccata (10-1). In semifinale, l’entusiasmante corsa del portacolori siciliano si è fermata, però, per mano dell’ostico toscano Iacopo Nicoli, che si è imposto, in rimonta, con il punteggio di 10-9. Il successo è andato, invece, in finale al quotato romano Fabio Di Russo, che ha battuto Nicoli per 10-1.

Nonostante un po’ di comprensibile amarezza per l’accesso mancato di un soffio all’ultimo atto della manifestazione, Cutugno ha confermato, ancora una volta, l’ottima qualità e competitività della sua scherma. Ideale viatico, anche dal punto di vista del morale, per l’ormai prossima partecipazione alla 1^ prova regionale Assoluta di spada, in programma domenica a Santa Venerina. Il successivo importante appuntamento è fissato in agenda, infine, il 3 ottobre ad Erba, dove Cutugno prenderà parte alle qualificazioni nazionali di fioretto, ritrovandosi, così, in pedana assieme a tanti campioni di caratura internazionale di questo affascinante sport.