Messina, Raciti pro tempore: il nuovo commissario del Pd sarà deciso a Roma

L’obiettivo è ricompattare il partito attorno ad un progetto ad ampio respiro, ricostruendo il movimento senza la litigiosità riscontrata finora

Fausto Raciti - foto LaPresse

Fausto Raciti – foto LaPresse

La riorganizzazione del Partito Democratico messinese è momentaneamente affidata al segretario regionale Fausto Raciti. Un impegno verticistico per eliminare l’alto tasso di litigiosità fra le diverse correnti provinciali, litigiosità che ha minato, nel passato recente, la segreteria Ridolfo evidenziando la fragilità del movimento dopo la bufera abbattutasi su Francantonio Genovese. E proprio sul vigore della formazione elettorale ha incentrato il suo primo messaggio Raciti, che ha parlato di un commissariamento necessario per ricostruire da zero il partito, tutelando di fatto Ridolfo per l’impegno profuso a dispetto dei magri risultati conseguiti. Raciti ha chiarito che l’operazione va ratificata dalla direzione nazionale romana: soltanto ad essa spetterà indicare la personalità che prenderà le redini del Pd in riva allo Stretto.