Messina, Porto di Tremestieri: la palla passa a Roma

Il Ministero dovrà fare chiarezza sul contributo che arriverà da Roma, dopodiché spetterà al Comune mettere in campo la propria capacità per reperire la parte restante dei finanziamenti

accorinti delrio tremestieriLa seduta del Comitato Portuale di ieri è servita, ancora una volta, per fare il punto sullo stato dei lavori di Tremestieri o, per meglio dire, sulla necessità di reperire i fondi per l’ampliamento del porto sito nella zona sud.  In tal senso si aspettano riscontri da Roma, laddove il Ministero dovrà fornire chiarimenti sulla cifra immediatamente erogabile. L’ammontare complessivo necessario per la realizzazione dell’Infrastruttura è di 72 milioni: 15 li metterà l’Autorità Portuale, come più volte ribadito, e 16 li fornirà la Regione. Per il resto bisognerà aspettare la quantificazione del contributo del Governo, che secondo le previsioni più rosee non dovrebbe comunque superare i 25 milioni. Restano in ballo pertanto 15 milioni circa, uno stanziamento importante su cui Palazzo Zanca – incassato il conferimento dei poteri speciali – dovrà ragionare al fine di regalare alla città il nuovo scalo.