Messina, Picciotto va a Palermo: Crocetta sia garante della legalità

Sull’ente camerale il presidente provinciale della Confcommercio è pronto a dare battaglia. Chiesta l’audizione innanzi alla Commissione Antimafia

camera di commercio messina xIl presidente della Confcommercio di Messina, Carmelo Picciotto, sarà ascoltato domani pomeriggio dai componenti della Commissione regionale parlamentare alle Attività produttive sulla vicenda della Camera di Commercio cittadina.

La Confcommercio ha anche inviato un atto di diffida al governatore Rosario Crocetta per sospendere in autotutela le nuove procedure del Consiglio camerale, dopo che l’ex assessore Linda Vancheri ha bloccato per tre anni l’insediamento dell’organo politico, non tenendo conto nemmeno di quattro sentenze. Picciotto ha anche chiesto di essere sentito dalla Commissione parlamentare Antimafia.

«Mi auguro – ha dichiarato il leader provinciale della Confcommercio – che il governatore Rosario Crocetta dia un chiaro segnale di discontinuità rispetto al passato, sospendendo le nuove procedure e insediando il Consiglio che già c’è. Del resto il governatore ha sempre detto che il suo è il governo della legalità e non vedo per quale motivo non si debba dare applicazione a ben 4 sentenze che hanno già statuito l’insediamento dell’organo politico».