Messina, il prof. Accorinti assente ingiustificato: troppa sporcizia in quelle scuole [FOTO]

Libero Gioveni e Alessandro Cacciotto tornano a sensibilizzare Palazzo Zanca sul degrado visibile in alcuni plessi scolastici cittadini

foto Giovanni XXIIICome professore di Educazione Fisica, Renato Accorinti sa quanto contino le scuole: la loro pulizia e il loro decoro sono valori importanti per una città. Eppure, dopo 40 anni d’insegnamento, ci sono plessi sparsi su tutto il territorio in uno stato di profondo degrado. Lo affermano Libero Gioveni, consigliere comunale in quota Udc, ed Alessandro Cacciotto, rappresentante della Terza Circoscrizione. La macchina amministrativa non è più in rodaggio, ormai cammina alla velocità scelta dal conducente, per questo – secondo i due – le foto che immortalano la situazione alla Mazzini-Gallo e alla Giovanni XXIII sono simbolo di squallore. Stesso discorso dalla La Pira 2 e 3 di Camaro, dove i cortili pieni di cespugli non nascondono una fogna che fino a ieri emanava liquami. “Diventa svilente per il sottoscritto tornare a denunciare puntualmente, ogni anno, le stesse problematiche, quasi non siano note agli addetti ai lavori. Ma l’esasperazione e lo sdegno dei genitori, che rappresentano alla classe politica le loro più che legittime lamentele, mi inducono a riaccendere anche quest’anno i riflettori su un aspetto che evidentemente nemmeno questa Amministrazione, che pure avrebbe dovuto dimostrarsi più sensibile al tema, ha davvero a cuore” afferma Gioveni invocando un intervento risolutivo. Sulla stessa lunghezza d’onda Cacciotto, che si erge ad alfiere dei ragazzi puntando l’indice contro Palazzo Zanca.