Messina, assenteismo allo Iacp: l’accusa chiede condanne esemplari

Il Pubblico Ministero ha presentato la sua requisitoria disponendo le richieste per i 77 indagati dell’Istituto autonomo case popolari di Messina

foto tratta dai social-network

foto tratta dai social-network

Le telecamere spia montate all’ingresso dello Iacp avevano mostrato nitidamente il malcostume delle pratiche assenteiste, attuate spensieratamente dai dipendenti: sulla scorta di questi rilievi, il pubblico ministero Antonio Carchietti ha depositato ieri la requisitoria nella quale ha stilato le conclusioni delle indagini, chiedendo 77 condanne per gli 80 imputati e scagionando soltanto Domenico Oliva, Maria Bignoli e Giovanni Micali.

L’accusa ha chiesto una condanna ad otto mesi per Gaetano De Salvo, Antonino Salvatore Aliberto, Carmelo Maria Cacciola, Eugenio La Bella, Gaetano Sidoti, Salvatore Cicero, Antonino Sergio Piana, Antonino Novak, Daniele Gemelli e Ulisse Cambria.

tribunale-messina-c2a9-sostine-cannataSei mesi andrebbero inflitti a Vincenzo Musicò, Antonino Puglisi, Sebastiano Pino, Tiziana Versaci, Giovanni Bombaci, Giovanni Luigi Santoro, Maria della Neve Barbera, Patrizia Emanuele, Concettina Tommasini, Paolo Bombaci, Santi Grillo, Salvatore Scarcella, Antonio Danzè, Antonino Cardile, Pietro Certo, Antonino Bonanno, Elio Sidoti, Marianna Ricci, Valerio Colicchia, Vincenza Matriscia, Filippo Di Stefano, Alessandro Sisci  e Donata Latteri.

Cinque mesi sono stati invocati per Giuseppa Testagrossa, Giovanni Rinaldo, Antonio Zanghì, Maria Mollura, Liliana Buffo, Pietro Visalli, Loredana Cipitì, Francesco Ragno, Giuseppa Rosalba Billè, Giuseppe Previti, Domenico Olivo, Rosa Orioles, Tommasa Grasso, Ilenia Algisi, Giuseppina Cacciola, Carmelo Gibilisco, Gaspare Accordo,Antonio Giuseppe Mancuso, Carmela Tringali, Rocco Micale Paolo Milone ed Ernesto Scorza.

Ammonta a 4 mesi, infine, la richiesta per Pasquale Mazzeo, Anna Morabito, Maria Grazia Arena, Maurizio Giliberto, Francesco Anastasi, Giuseppa Galeano, Giuseppe Vento, Salvatore Barbaro, Ninfa Oliva, Giuseppe Iofridda, Santi Panarello, Valentina Denaro, Maria Gaudio, Maria Grazia Micalizzi, Alfonsina Raffone, Angela Mazzone, Giovanni Munafò, Salvatore Pizzi, Gabriele Scolaro, Giuseppe Crisafulli Renato Villari e Maria Zona.