Messina: arrestata una donna reggina per evasione dagli arresti domiciliari

Messina, i Carabinieri hanno tratto in arresto Maria Fiorello, pregiudicata reggina, già sottoposta al regime degli arresti domiciliari a Messina per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e porto abusivo di armi

manetteNella tarda mattinata di lunedì 07 settembre 2015, durante uno dei tanti e continui controlli finalizzati a garantire il rispetto dei provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria, i militari della Stazione Carabinieri di Messina Gazzi hanno tratto in arresto Maria Fiorello, pregiudicata reggina cl. 1967, già sottoposta al regime degli arresti domiciliari a Messina per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e porto abusivo di armi. La donna si era allontanata da casa senza alcuna autorizzazione, motivo per cui sono immediatamente scattate le ricerche da parte dei militari di Gazzi, in collaborazione con la Stazione Carabinieri di Messina Tremestieri. Quando poco dopo è stata rintracciata in prossimità della propria abitazione, da uno scontrino in possesso dell’evasa è emerso che questa era stata fuori casa per almeno due ore. Maria Fiorello è stata quindi tratta in arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari e, dopo le formalità di rito, è stata trattenuta presso la camere di sicurezza della Stazione di Messina Gazzi in attesa del rito direttissimo, celebrato nel pomeriggio dello stesso giorno. L’arresto è stato convalidato e la donna ha chiesto i termini a difesa, per cui la nuova udienza è stata fissata per venerdì 18 settembre 2015.