Messina, alberi invadenti e isole pedonali: nuovi input dal Quarto quartiere

Il presidente Palano Quero rilancia il tema delle aree pedonali, mentre il nucleo Decoro – d’intesa col personale Ato – valuta le denunce pervenute nelle settimane passate

Isola CairoliIn alcune zone della città gli alberi crollano e i rami si abbattono sulle macchine sottostanti, con buona pace della sicurezza degli abitanti. In altre zone, come nella centralissima piazza Duomo o attorno al Rettorato, gli stessi “amici verdi” bussano alle finestre dei palazzi, e tanti saluti alla possibilità di utilizzare i balconi con tutto ciò che ne consegue in termine di igiene pubblica. Per questa ragione, rilevando il problema in via Giacomo Venezian, in via Della Zecca e in via dei Verdi, un sopralluogo del nucleo Decoro e del personale Ato si è concluso nel fine settimana. Si è preso così atto della veridicità delle denunce provenienti dai consiglieri circoscrizionali del Quarto quartiere, nell’attesa di risolvere le criticità rilevate. E proprio dalla medesima realtà istituzionale  riparte, frattanto, il tema delle aree pedonali, su impulso del presidente Francesco Palano Quero, determinato da tempo a riattivare il tavolo permanente promesso dall’assessore Cacciola per restituire “riserve indiane” ai pedoni in città. Quero punta l’attenzione sulla possibilità di gestire oculatamente i problemi legati alla viabilità, venendo incontro alle esigenze dei commercianti con nuovi arredi, deroghe o modifiche al regolamento Cosap. Incentivi, insomma, per dissipare dubbi e allentare tensioni.