Medici aggrediti agli Ospedali Riuniti, Nicolò: “riattivare con immediatezza i posti fissi di polizia”

“Serve riattivare con immediatezza i posti fissi di polizia negli Ospedali”

ospedali riunitiEsprimo solidarietà ai dottori Virgilio Pennisi ed Enzo Amodeo, aggrediti ieri all’interno degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Si tratta di un fatto gravissimo – afferma il presidente del Gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Alessandro Nicolò –  che, da un lato, impone una riflessione su quanto sta accadendo nelle corsie ospedaliere e sui rapporti pazienti-medici e dall’altro segnala, ancora una volta purtroppo, l’urgenza di riattivare con immediatezza i posti fissi di polizia negli Ospedali della regione per garantire la sicurezza di tutti gli operatori sanitari. In tal senso, associandomi incondizionatamente a quanto asserito dall’Ordine dei medici della provincia di Reggio Calabria, che denuncia una situazione ormai insostenibile, rivolgo una formale richiesta al commissario alla Sanità ing. Scura ed al presidente Oliverio, perché questi episodi non siano sottovalutati. Anzi – conclude Nicolò – siano colti per quel che sono. Ossia, una spia d’allarme che descrive una sanità al collasso, con organici sottodimensionati, carenze di personale medico e paramedico e chiusura di reparti. Tutti elementi che non facilitano, come logica conseguenza, quel clima di serenità che è imprescindibile per stabilire un’interlocuzione proficua tra pazienti e sanitari”.