L’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello ai Musei Vaticani e al Conservatorio Verdi di Milano

ORCHTra qualche giorno una nuova esaltante tournée attende i giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello, tutto questo ad impreziosire ulteriormente il già importante curriculum, infatti ci saranno alcuni appuntamenti di rilevante prestigio culturale-musicale che arricchiranno il firmamento dell’Orchestra. Si inizia venerdì 25 settembre con il concerto presso i Musei Vaticani, nell’ambito della rassegna promossa dal CIDIM, Comitato Italiano della Musica. Il giorno seguente l’orchestra sarà protagonista nella suggestiva Chiesa di Borgo Carige a Capalbio, ridente cittadina in provincia di Grosseto, definita la piccola Atene; questa manifestazione è stata fortemente voluta ed organizzata dal vice direttore della DIA nazionale, Gen. Adelmo Lusi, già Comandante della Legione Calabria dei Carabinieri e Socio Onorario dell’Orchestra laureanese. Quindi i ragazzi viaggeranno alla volta di Milano per rappresentare, la Regione Calabria all’Expo 2015, con un concerto che si terrà nel Padiglione Italia sotto l’Albero della Vita, punto centrale e nevralgico dell’esposizione in occasione della Settimana della Calabria all’Expò. Il clou della tournée sarà comunque martedì 29 settembre, allorchè l’Orchestra si esibirà nel tempio della musica che conta, il Conservatorio  “Giuseppe Verdi”  di Milano  una delle più importanti istituzioni per lo studio e, certamente, la più grande scuola di musica d’Italia, affermata a livello internazionale. Per questo importante evento, l’orchestra interpreterà il brano “Mediterraneo” per violoncello solista e fiati, composto e dedicato ai giovani musicisti calabresi  dal compositore sardo Lorenzo Pusceddu. Tutto questo impreziosirà il ricco curriculum di questo gruppo; nata soltanto sei anni fa e composta da circa 75 strumentisti (la cui età oscilla tra i 6 e i 20 anni), dagli esordi diretta dal M° Maurizio Managò, formatore, divulgatore e fondatore assieme ad un gruppo di volenterosi sostenitori. L’intento prioritario era quello di far fare ai giovani esperienza orchestrale quale strumento metodologico privilegiato per il loro percorso formativo. Sembrano non pochi se sol si rammenta il ricco, vario, complesso ed allettante suo curriculum.  Infatti, l’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello ha ottenuto primi premi e primi premi assoluti  in diversi concorsi nazionali ed internazionali: a Città di Castello e Todi in Umbria;  a Castiglione delle Stiviere (MN), al “Nettuno d’Oro” di Cetraro (CS), al Flicorno d’Oro di Riva del Garda (TN),a  Sinnai (CA), Favignana (TP), a Lamezia Terme – AMA Calabria ed al Concorso Musicale Nazionale  “Salvuccio Percacciolo” di Sant’Agata di Militello. L’Orchestra, in diversi concerti, ha avuto il prestigio di  accompagnare musicisti di fama internazionale quali: Gabriele Cassone, Calogero Palermo, Gianluca Gagliardi, Steven Mead, Pasquale Morgante, Vittorino Naso,  Francesco Salime, Gabriella Corsaro, Fabrizio Meloni, Nello Salza, Mariateresa Leva, Monica Garrido Ibanez, Gianluigi Trovesi,  il tenore Francesco Anile, il Coro Alive dell’Arena di Verona e il Coro Giovanile del Teatro Regio di Parma. Ha collaborato con  i seguenti direttori d’orchestra: Fulvio Creux, Angelo De Paola, Lorenzo Pusceddu, Michele Netti, Francisco Grau Vegara, Jan Van Der Roost e  Riccardo Muti. Questa importante attività ha suscitato il continuo interesse delle testate giornalistiche e televisive regionali e nazionali, tra le quali: RAI 1 (TG1, TG1 Persone, UnoMattina, il Tg1 fa la cosa giusta, e UnoMattinaWeekend), RAI 2 (Sereno Variabile), RTV, Rai International, Rai 3 (Tgr, Il Settimanale, Buongiorno Regione), Rai Radio 1 (News Generation); Il Resto del Carlino, La Gazzetta del Sud, Il Quotidiano, Cn24, La Gazzetta di Modena, CalabriaOra, L’Unità, Confidenze, Mondobande online, RTV News, La Piana, le quali hanno dato ampio risalto ai successi della formazione musicale  calabrese.

Nel 2010 ricordiamo: a gennaio l’esibizione a Reggio Calabria allaMANAGO presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; nel mese di marzo una tournée a Malta e in luglio il gemellaggio con l’Orchestra Giovanile “John Lennon” di Mirandola (MO) in collaborazione con il Teatro Comunale “Pavarotti” di Modena. In pochissimi anni di attività l’Orchestra, nell’ambito di prestigiose iniziative,  si è esibita nei principali teatri calabresi, al Cilea di Reggio Calabria, al Rendano di Cosenza, al Politeama di Catanzaro, al Parco Scolacium di Roccelletta di Borgia, al Festival di CatonaTeatro. Il 22 ottobre 2011 i ragazzi della Ragone si sono esibiti nella prestigiosa Brucknerhaus di Linz (Austria) partecipando in qualità di unico gruppo italiano al Concorso Internazionale Jugend-Blasorchester Wettbewerb conquistando un prestigioso e storico 3° posto. Nell’Evento del 31 Luglio 2012 a Reggio Calabria, trasmesso da RAI 1, con il maestro Riccardo Muti, per l’Orchestra formata da 300 giovani musicisti è stata la formazione più rappresentata. Sempre legato alla figura del grande direttore Riccardo Muti la partecipazione al Concerto dell’Amicizia 2013, organizzato dal Ravenna Festival e andato in onda su Rai 1; al Concerto presso il Parco Archeologico dello Scolacium di Roccelletta di Borgia l’8 Agosto 2014 e a Palmi al Mausoleo dedicato a Cilea in occasione del conferimento a Muti della  Laurea ad Honorem dell’Università di Reggio Calabria. E’ invitata costantemente ad importanti avvenimenti internazionali, come il Premio Sonora – Una Musica per il Cinema e il Premio Giovanni Paolo II sempre trasmesso da Rai1. Per meriti artistici e sociali, l’Orchestra è stata insignita di alcuni importanti premi, tra i quali il Premio Città del Sole 2010, il Premio Internazionale Città di Maratea 2014  ed il Premio Anassilaos Giovani 2014. Aderisce, inoltre, ad importanti associazioni nazionali come:  Unicef,  Save the Children, Libera-Nomi e numeri contro la mafia,  l’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica). Il 3 gennaio 2014 la casa editrice ALFAGI ha pubblicato un libro sui primi cinque anni di attività. Pur tuttavia, nonostante l’invidiabile attività musicale, i giovani musicisti, per la mancanza di un idoneo luogo dove poter almeno “provare”, sono costretti a stiparsi in una vetusta ed inidonea palestra, improvvisata per la bisogna. Tutto questo si è potuto realizzare anche grazie all’ Assessorato alla Cultura e Legalità della Provincia di Reggio Calabria ed alla Regione Calabria. Per questa tournèe, un graditissimo messaggio di congratulazioni  è giunto al M° Managò da parte del Maestro Riccardo Muti.