L’allarme di Papa Francesco: “l’Isis può arrivare fino a Roma”

isis decapitati”Dobbiamo riconoscere che le condizioni di sicurezza del territorio oggi non sono le stesse di altre epoche: abbiamo una guerriglia terrorista molto crudele a soli 400 km dalla Sicilia e, dunque, il pericolo di infiltrazioni è reale e può arrivare fino a Roma. Nessuno ci assicura che Roma ne sia immune”. E’ quanto osserva Papa Francesco, nel corso dell’intervista rilasciata all’emittente portoghese Radio Renascenca. Per il Papa, ”si possono prendere precauzioni, la gente che arriva può essere mandata tutta a lavorare. E’ chiaro, però, che c’è anche un altro problema: l’Europa ha una crisi occupazionale molto elevata e i giovani non trovano lavoro. Su questo, non si può essere semplicisti -riconosce Francesco- ma resta evidente che se arriva un rifugiato, con mezzi di sicurezza di ogni tipo, va comunque accolto perché questo è un comandamento della Bibbia”, anche se ”l’ideale sarebbe che loro non debbano fuggire, ma che rimangano nelle loro terre”.