La Fiv organizza a Reggio seminari formativi gratuiti per i dirigenti di tutti gli sport

vari sportUn nuovo percorso di formazione per dirigenti e professionisti dello sport. È il progetto promosso dal comitato VI zona Calabria-Basilicata della Federazione italiana vela, presieduto da Fabio Colella. A partire dal prossimo mese di ottobre, la Fiv organizzerà a Reggio Calabria una serie di seminari e convegni, di carattere formativo, tutti assolutamente gratuiti, per arricchire il bagaglio delle conoscenze e delle competenze dei dirigenti sportivi, ma anche di quanti ambiscono a intraprendere questa carriera.

“L’obiettivo – spiega il presidente interregionale della Vela – è mettere a disposizione un ventaglio di opportunità per approfondire i principali temi di interesse per i manager sportivi”. I seminari, è bene sottolinearlo, sono rivolti a tutti i dirigenti e a quanti si stanno formando per diventare professionisti di questo settore, non solo nella vela ma in ogni altra disciplina sportiva. Attraverso i contributi di professionisti riconosciuti a livello nazionale, saranno affrontati gli aspetti legali, fiscali, sanitari, della comunicazione e del marketing, del diritto del lavoro e del settore commerciale. “Si tratta di un preciso percorso di crescita formativa e professionale fortemente voluto dal nostro comitato, quale momento qualificato di aggiornamento e perfezionamento che, non a caso, si svilupperà a 360 gradi. Siamo convinti – prosegue Colella – che quanti operano nel mondo dello sport abbiano bisogno una formazione specialistica costante, in ragione delle tante responsabilità e del ruolo strategico che oggi fanno capo alla figura del dirigente sportivo”.

“In linea più generale – evidenzia il presidente del comitato Calabria-Basilicata della Federazione italiana vela – questa iniziativa, nella quale coinvolgeremo anche le istituzioni scolastiche più attive e attente in tale direzione, rivolge uno sguardo attento a quanti, specie fra i più giovani, intendono avvicinarsi per la prima volta a questo tipo di professione. Muovendoci nel solco tracciato dal presidente nazionale del Coni, Giovanni Malagò, vogliamo farci promotori di un modello virtuoso di organizzazione e gestione dello sport, capace di rinnovare e mantenere sempre alti gli standard qualitativi dei propri quadri dirigenziali. Siamo particolarmente soddisfatti di questo progetto – conclude Colella – il cui carattere inclusivo e partecipativo contribuisce anche a colmare la carenza di occasioni dedicate alla formazione specialistica in ambito sportivo”.