I barcellonesi Claudio ed Antonio La Torre campioni del mondo di subbuteo

Subbuteo (1)Per la quarta volta nella storia, nello scorso weekend l’Italia ha ospitato i mondiali di Subbuteo, nello splendido scenario della Riviera delle Palme, a San Benedetto del Tronto. I partecipanti rappresentavano ventuno nazioni provenienti da tutto il mondo. Nella categoria Under 15 esordiva “il pequenho” Claudio La Torre, così ribattezzato dopo la vittoria iridata conseguita a Madrid nel 2013, quando militava ancora nella nazionale Under 12. Sicuramente ci si aspettava facesse bene, ma la vittoria finale è andata oltre ogni aspettativa. Ha superato il girone battendo 4-3 il coriaceo Zambello, 9-0 il francese Hamon e 6-0 l’austriaco Nichtenberger, piazzandosi così nella prima posizione. Agli ottavi di finale ha superato il maltese Deguara col punteggio di 7-1; ai quarti vincendo 3-1 fa suo il big match con Marco Di Vito, già due volte campione del mondo. In semifinale ha la meglio sul compagno di club Zangla, imponendosi per 7-4. Questa epica cavalcata l’ha portato a giocarsi un’agguerrita finale col fortissimo monferrino Nicola Borgo. Dopo i tempi regolamentari finiti 5-5, nei tempi supplementari Claudio alla prima ripartenza trova il Golden Goal che gli consegna il titolo mondiale 2015 per la categoria under 15. Il piccolo fenomeno della città del Longano chiude così con 7 vittorie in 7 gare, con 42 gol fatti e 14 subiti. Ma la fucina barcellonese, che da anni sforna piccoli campioni, non è per niente doma. L’indomani porta a casa altre due medaglie d’oro, insieme al titolo mondiale a squadre con la nazionale azzurra, di cui grandi protagonisti sono ancora i fratelli Antonio e Claudio La Torre. Gli azzurrini guidati dal Ct Cesare Natoli strapazzano Belgio, Francia, Austria e Malta, prima di giungere in finale con lo stesso Belgio e di vincere col punteggio secco di 4-0. Preziosi tra gli altri sono stati i successi di Antonio contro l’austriaco Strommer (6-0) ed il francese Hamon (9-1) e quelli di Claudio contro i belga Rairoux (4-3) e Delval (7-0) ed il francese Pinel (11-1). Della spedizione azzurra facevano parte anche i messinesi Andrea Zangla, Alessandro e Riccardo Natoli. Quest’ultimo campione del mondo a squadre under 12 e medaglia di bronzo nelle competizioni individuali di categoria. Il Messina Table Soccer, club in cui tutti loro militano ha visto protagonisti anche i due neo acquisti: nella Under 19 Filippo Cubeta (da Casale Monferrato) e nella Veteran con la nazionale maltese Joseph Mifsud. Il club delloSstretto nel prossimo mese di novembre giocherà l’andata dei campionato nazionale di serie C.