Giustizia, Gratteri: “in Italia troppe scorte, abolirei il 60%”

Nuova Speranza incontro Gratteri e Marcianò Reggio Calabria (26)In Italia c’e’ un abuso delle scorte e delle tutele“. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri,  intervenuto a Roma a un incontro con gli studenti sulla legalita’. Uno studente ha domandato a lui e agli altri magistrati presenti se temano l’attacco della mafia. Gratteri e’ da anni in prima linea nella lotta alla ‘ndrangheta. “Capisco di avere paura quando ho la bocca amara – ha ammesso Gratteria volte succede, per esempio quando, viaggiando di notte, vedi una luce in un punto in cui non dovrebbe esserci. Ma in genere non ho paura, ho una scorta dall’aprile dell’89 ma sono sempre stato un uomo libero, con la mia scorta. Detto questo, in Italia il 90% delle tutele sono inutili e circa il 60% delle scorte le abolirei“.