Expo 2015, record di visitatori nello spazio Sicilia

Si chiudono oggi le due settimane nello spazio a rotazione di Unioncamere Sicilia a Milano

Ingresso spazio Sicilia ExpoOltre cinquemila visite giornaliere con picchi di presenze nei weekend e durante le degustazioni. Quattordici giorni di assaggi e wine tasting. Meeting e incontri btob con delegazioni estere. E poi tanti laboratori artistici, percorsi sensoriali e tavole rotonde sui temi del buon cibo, della Dieta Mediterranea e sull’offerta turistica. Si chiude oggi con un bilancio più che positivo la partecipazione siciliana ad Expo che è stata presente a Milano per due settimane, dal 4 al 17 settembre, nello spazio a rotazione regionale situato in una posizione strategica, a pochi passi da Palazzo Italia e dall’Albero della Vita. L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto “Your Gate to Sicilian Excellence” promosso da Unioncamere Sicilia in sinergia con l’Assessorato regionale alle Attività Produttive.
«È stata una grande occasione per promuovere il “Made in Sicily” di fronte al vasto pubblico di Expo, ma anche con tanti operatori internazionali interessati a conoscere le opportunità commerciali che provengono dal mercato siciliano», commenta il presidente di Unioncamere Sicilia, Antonello Montante. Che aggiunge: «Questa esperienza conferma il forte appeal dei prodotti agroalimentari siciliani verso l’estero e ci indica la strada per il futuro: armonizzare l’offerta enogastronomica con quella turistica per puntare sul binomio “Cibo-Cultura”». «La nostra partecipazione ad Expo – dice il segretario generale f.f. di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – ha portato i suoi frutti: abbiamo messo in contatto le nostre aziende con gli operatori esteri. I paesi asiatici, Cina in testa, sono quelli che hanno mostrato maggiore interesse per i nostri prodotti. Non solo. Siamo in contatto con una delegazione del Qatar che vuole conoscere meglio le imprese siciliane».
I veri protagonisti delle due settimane appena trascorse sono state infatti le imprese. Selezionate tramite avviso pubblico, 113 aziende siciliane hanno avuto la possibilità di mettere in mostra i propri prodotti e offrire degustazioni nel corso delle giornate a tema, con l’obiettivo di far conoscere le eccellenze enogastronomiche, le ricchezze turistiche e la tradizione millenaria dell’artigianato siciliano.