“Chi nasce a Reggio non è come chi nasce al Nord”: da Roberto Speranza l’allarme, “al Sud situazione drammatica, scissione silenziosa”

speranzaSe 50 deputati del Pd hanno deciso di voler concentrare l’attenzione su un tema così delicato è perché si è di fronte a una situazione drammatica in un pezzo del paese“. Lo ha detto in aula alla Camera Roberto Speranza, deputato della minoranza Pd, replicando al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, che questa mattina ha risposto a una interpellanza dei democratici sul Sud.

Voglio usare – ha aggiunto Speranza – una parola che potrà suonare troppo dura e forte rispetto a un dibattito politico che spesso è stato distratto sulla materia ma credo che sia la parola giusta: noi siamo di fronte a una vera e propria scissione silenziosa in cui resta l’inno nazionale e il tricolore ma rischiano di diventare un guscio vuoto dentro il quale non c’è praticamente nulla“.
Il tema di fondo – ha sottolineato – è quello della cittadinanza perché oggi nascere a Reggio Calabria, a Bari, a Napoli, o nascere a Milano, Torino o Genova non è identico: c’è una qualità diversa dei servizi, dell’istruzione, della formazione, della vita quotidiana. C’è bisogno di una sterzata nell’azione di governo in questa materia. I numeri lo dimostrano: c’è stato un miglioramento negli utlimi anni ma ci sono ancora ritardi non paragonabili ad altre aree d’Europa“.