Catania, ieri il primo dei due eventi della 27esima edizione del concorso nazionale una ragazza per il cinema

Una ragazza per il cinema (4)Spettacolo e fascino ieri sera a Piazza Università a Catania, per il primo dei due eventi della 27esima edizione del Concorso Nazionale Una Ragazza per il Cinema dei patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo. A condurre, il sagace giornalista direttore del settimanale Nuovo, Riccardo Signoretti, insieme all’elegante e frizzante Carmen Russo. Alla fine dello show dedicato alla Moda, sono state assegnate due Fasce Nazionali. La Fascia Moda è stata conquistata da Edera Tulb re, 16 anni di Torino; secondo posto per Krystyn Soares, 18 anni di Napoli; terzo posto, Angela Etiope, 15 anni di Napoli. La Fascia Fotogenia è stata assegnata a Elisa Pepè Sciaria, 16 anni di Roma; al secondo posto, Naomi Moschitta, 15 anni di Catania; terza classificata Karina Shynkarova, 19 anni di Bologna. Altre Fasce sono state attribuite dagli Sponsor della manifestazione. Pablo Gil Cagnè ha consegnato le fasce del Gruppo Baldan Group: Fascia Gil Cagnè a Krystyn Soares, 18 anni di Napoli; Fascia Jean Klébert a Edera Tulbure 16 anni di Torino; Fascia Centro Mességué a Rosanna Sapia, 23 anni di Catania. La stilista Carmela Motta per la Fascia del suo Kea Atelier di Catania, ha scelto Rosanna Sapia, 23 anni di Catania. La stilista Lara Loggi di Grosseto ha fatto indossare la Fascia Lara Loggi Atelier a Letizia Biondi, 20 anni di Grosseto. Vincenzo Santapaola ha attribuito la Fascia New Vecagel Service Foods di Catania a Edera Tulbure 16 anni di Torino.

La prestigiosa Giuria di nomi eccellenti del panorama italiano, preseUna ragazza per il cinema (2)nti in questi giorni al Concorso anche per le seguitissime master class e i consigli individuali, era composta da: i registi Federico Moccia e Rossella Izzo; la cantante Grazia Di Michele; il coreografo Garrison Rochelle; il make up artist Pablo Gil Cagnè; Giulia Todaro, Una Ragazza per il Cinema 2014; Marco Vurro, direttore Comunicazione eventi di Wella. Le concorrenti sono state perfette nelle passerelle curate e trasformate in vere e proprie coreografie da Garrison Rochelle, con la presenza di due bodybuilder e l’entusiasmante balletto del gruppo di giovanissimi della scuola “A ritmo del cuore” di Catania. Dopo le sfilate in costume e in abito elegante, grande consenso ha ottenuto quella con gli abiti da sposa di Carmela Motta, con l’applauso più per la patron ed ex Miss Daniela Eramo, che indossava un vestito appositamente creato per lei. Profondamente emozionante il monologo di Giulia Todaro sulla tragica storia di una ragazza ha abortito. Ampi consensi per la bravissima Paola Marotta di “Amici di Maria De Filippi”: accompagnata alla chitarra da Peppe Mila dei Tinturia, ha eseguito “Storia d’amore” di Celentano e l’inedito “’amore non dimentica”. Infine, la simpatia prorompente di Marco Mugavero in arte Marvin, con le sue imitazioni di cantanti famosi come Mengoni e Fedez, caricaturizzati anche nei testi dei loro pezzi più popolari.