Capo d’Orlando, stolker ultraottantenne ristretto ai domiciliari

La sua persecuzione andava avanti da febbraio, quando l’anziano aveva ricevuto una misura cautelare

stalking1Gli agenti del Commissariato P.S. di Capo d’Orlando, in esecuzione di Ordinanza emessa  dal Tribunale di Patti, hanno sottoposto al regime degli arresti domiciliari un ottantanovenne orlandino, responsabile di stolking nei confronti di una donna molto più giovane di lui.

Nel febbraio dello scorso anno l’uomo, che da diverso tempo perseguita la giovane donna ospite di una casa famiglia, era stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Avendo disatteso più volte le prescrizioni imposte, il Tribunale di Patti, nel giugno 2014, ha aggravato la misura impostagli sostituendola con quella dell’obbligo di dimora nel Comune di Patti.

Prescrizione che l’ostinato stolker ha puntualmente violato recandosi nuovamente nel luogo dove la vittima risiede. Il Tribunale di Patti ha pertanto emesso Ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari disponendo che l’uomo venga trattenuto nella sua abitazione di Capo d’Orlando.