Calabria: la USB attiva le procedure per lo sciopero dei precari

precari-stancaLa Federazione Regionale USB Calabria, ha attivato le procedure previste per legge, per proclamare uno sciopero regionale dei lavoratori ex LSU/LPU, contrattualizzati e non. Lo afferma in una nota la Federazione Regionale USB.

Lo sciopero, nell’ambito delle politiche Nazionali e Regionali, sarà proclamato per richiedere:

· la stabilizzazione di tutti i precari Lsu/Lpu, che da gennaio 2011 rischiano di rimanerlo a vita, a causa del blocco delle assunzioni negli enti locali;
· la realizzazione, attraverso l’impegno concreto della Regione Calabria, di un tavolo tecnico permanente con il Governo, con la finalità di riconoscere ai lavoratori Lsu/Lpu il servizio prestato e la copertura previdenziale anche per gli anni passati;
· l’approvazione di un decreto per consentire assunzioni in deroga ai limiti vigenti, con il reperimento dei fondi per l’anno 2016, come erogati dal Governo Nazionale e dalla Regione Calabria per l’anno 2015, direttamente agli enti per la prosecuzione dei contratti degli Lsu/Lpu.

Riteniamo che i lavoratori non possano attendere oltre per reclamare la loro stabilizzazione, né possano esimersi dal reclamare il riconoscimento dei diritti maturati in oltre quindici anni di lavoro nero. Avviate le procedure, la USB attenderà l’esito della conciliazione obbligatoria, per la proclamazione vera e propria dello sciopero regionale.